MotoGP: Test Austria conclusi, Iannone 1°, Stoner 3° “Non corro”

MotoGP: Test Austria conclusi, Iannone 1°, Stoner 3° “Non corro”

Iannone chiude i Test MotoGP con il miglior tempo davanti a Dovizioso, Casey Stoner cade nel finale quando si stava migliorando: resta 3°. E dopo annuncia “Non correrò”

1 Commento

Le Ducati monopolizzano la scena, Casey Stoner è velocissimo ma dopo aver siglato un fantastico terzo tempo annuncia: Non avevo intenzione di correre il GP d’Austria e non ho cambiato idea dopo questa due giorni di collaudi”.

Nella conclusiva ora di attività dei Test della MotoGP al Red Bull Ring si è assistito ad un confronto da ‘qualifica’ per concludere davanti a tutti questa tornata di prove sui saliscendi dell’impianto di Spielberg. Una serie di botte-e-risposte tra Andrea Iannone, Andrea Dovizioso e Casey Stoner (scivolato senza conseguenze proprio all’ultimo giro utile) ha di fatto reso incandescenti gli ultimi 60 minuti di prove con il primato finale, conseguito a 5 giri d’orologio dal termine, del pilota vastese in 1’23″240, miglior riferimento cronometrico nella due-giorni di Test con 0″440 di vantaggio su Andrea Dovizioso (1’23″680), 0″625 su Casey Stoner (1’23″865) incappato alla curva 8 in una caduta poco prima dell’esposizione della bandiera a scacchi proprio quando stava migliorando il suo tempo.

Balzato in cima alla graduatoria dei tempo poco dopo le 16:00 in 1’24″222, con questo exploit di fatto Stoner aveva invitato i compagni di marca alla riscossa. Intorno alle 17:00 il primato interlocutorio di Hector Barbera in 1’24″091 con la Desmosedici GP14.2 dell’Avintia Racing aveva stravolto i valori in campo fino alla prevedibile, immancabile risposta del due volte Campione del Mondo. Alle 17:25 in punto CS27 è tornato in pista mettendo a segno un run di tre tornate consecutive di alto profilo: 1’23″865 (di nuovo davanti a tutti), 1’23″872 e 1’24″098, ennesima conferma del suo potenziale velocistico nonostante il prolungato digiuno di gare (dal novembre 2012 tanti test, ma solo la 8 ore di Suzuka 2015 come impegno agonistico).

Quasi in risposta all’australiano, il #29 pochi minuti più tardi ha indovinato un gran giro in 1’23″669, ulteriormente ribassato alle 17:55 in punto con la “pole” dei Test di 1’23″240 lasciando a 0″440 il compagno di squadra Andrea Dovizioso (1’23″680, leader ieri in 1’23″764) e a 0″625 Casey Stoner, finito a terra alle 17:56 in punto alla (discussa) curva 8 parte integrante del tratto conclusivo del Red Bull Ring quando stava migliorando il suo 1’23″865 (sotto a questo riferimento al primo e secondo settore). Per l’iridato 2007 e 2011 solo un contrattempo in una due-giorni di prove dove si è confermato velocissimo, discorso analogo per la Ducati che mette a segno una ‘tripletta’ di Desmosedici GP ufficiali ai primi tre posti con Iannone, Dovizioso e Stoner a precedere il già menzionato Hector Barbera (a 0″851).

Casey Stoner 3° tempo con caduta nel finale
Casey Stoner 3° tempo con caduta nel finale

Per modo di dire “primo degli altri” Valentino Rossi, nel finale con la specifica più morbida in 1’24″169 autore del quinto crono a poco meno di 1″ dalla vetta (0″929) seguito dal suo attuale compagno di squadra Jorge Lorenzo (1’24″194) e dal suo futuro team-mate Maverick Vinales (1’24″208). Nella top-10 anche Aleix Espargaro e Scott Redding, Danilo Petrucci chiude con un best lap personale di 1’25″602, in ascesa l’inedita KTM RC16: nel finale Mika Kallio ha viaggiato sull’1’25″1, per quanto pur sempre a 1″9 dal primato di Iannone…

Qui la dichiarazione di Casey Stoner 

MotoGP™ World Championship 2016
Test Red Bull Ring
Classifica 2° Giorno (mercoledì 20 luglio)

01- Andrea Iannone – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’23.240
02- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’23.680
03- Casey Stoner – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’23.865
04- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’24.091
05- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’24.169
06- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’24.194
07- Maverick Vinales – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – 1’24.208
08- Aleix Espargaro – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – 1’24.335
09- Scott Redding – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – 1’24.375
10- Yonny Hernandez – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’24.396
11- Cal Crutchlow – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – 1’24.455
12- Eugene Laverty – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’24.497
13- Jack Miller – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – 1’24.555
14- Danilo Petrucci – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – 1’24.602
15- Tito Rabat – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – 1’24.760
16- Michele Pirro – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP – 1’25.139
17- Mika Kallio – Red Bull KTM MotoGP – KTM RC16 – 1’25.191
18- Thomas Luthi – Red Bull KTM MotoGP – KTM RC16 – 1’25.705
19- Loris Baz – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – 1’26.453

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. mr.zurrundeddu - 1 anno fa

    Beh, peccato che un talento puro come CS abbia deciso di farci soffrire cosi.

    Rivederlo in gara sarebbe bellissimo.

    Accontentiamoci di vederlo girare (forte) nei test!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy