MotoGP, Silverstone: Marc Marquez “Il meteo un altro avversario da considerare”

MotoGP, Silverstone: Marc Marquez “Il meteo un altro avversario da considerare”

Marc Marquez e Dani Pedrosa affronteranno una nuova sfida iridata: il meteo ed il rinnovato asfalto le maggior incognite, ma puntano ad ottenere buoni risultati.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Il Repsol Honda Team si prepara a tornare in azione sul riasfaltato tracciato di Silverstone a due settimane dalla tappa in Austria, appuntamento spettacolare che ha permesso al leader iridato Marc Marquez, pur non vincitore, di incrementare ancora di più il suo margine. Sono 59 ora i punti di vantaggio sul primo dei rivali, Rossi, ma non per questo il campione del mondo non vorrà puntare al terzo successo su questa pista (la prima in 125cc nel 2010, la seconda in MotoGP nel 2014). Cerca la svolta Dani Pedrosa, reduce da un settimo posto in rimonta in Austria dopo una brutta partenza. Due i podi conquistati a Silverstone, due terzi posti nel 2012 e nel 2013.

“Si tratta di una pista veloce e molto tecnica” ha dichiarato Marc Marquez, “ma la nostra moto ha molti punti forti e possiamo fare bene. La superficie è stata riasfaltata e questo dovrebbe aiutarci in termini di performance, ma lo vedremo solo quando correremo. In Austria abbiamo avuto l’occasione di guidare sul bagnato dopo tanto tempo e abbiamo visto che siamo veloci anche in queste condizioni. Un aspetto positivo per Silverstone, visto che il meteo è un avversario da tenere da conto, ma noi puntiamo sempre a lottare per il podio.”

“Non è una delle mie piste preferite” ha ammesso Dani Pedrosa, “visto che era piena di buche ed il tempo è particolarmente instabile. Da dire però che hanno cambiato completamente l’asfalto, quindi vedremo se il feeling è migliorato e se riusciremo così a lavorare bene fin dal venerdì, in modo da prepararci al meglio per la gara. Il meteo rimarrà sempre imprevedibile, ma dobbiamo essere pronti in ogni condizione.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy