MotoGP Sepang Valentino Rossi allunga su Jorge Lorenzo?

MotoGP Sepang Valentino Rossi allunga su Jorge Lorenzo?

L’ultimo atto del “trittico” può risolvere il confronto interno Yamaha. E anche assegnare l’ultimo Mondiale, quello della Moto2

Si chiude questo weekend il trittico extra-europeo per il Motomondiale con la tappa in Malesia, penultimo appuntamento stagionale di questa intensa stagione 2016. Con il titolo MotoGP e Moto3 già assegnati, il tracciato di Sepang potrebbe chiudere i giochi anche nella categoria intermedia, ma sarà un appuntamento come sempre tutto da vedere.

IL CIRCUITO – Il Sepang International Circuit si trova a breve distanza da Kuala Lumpur, capitale della Malesia, nel distretto di Sepang. Progettato dall’ingegnere tedesco Hermann Tilke ed inaugurato nel 1998, dall’anno successivo è un appuntamento fisso nel calendario della MotoGP, oltre ad essere utilizzato anche per i campionati di Formula 1 e Superbike. Il tracciato misura 5543 metri, uno dei più lunghi presenti nel Motomondiale, ed è caratterizzato da due lunghi rettilinei, uniti da un tornante lento, e da curve molto pronunciate, cinque a sinistra e dieci e destra. La pista si percorre in senso orario, per un totale di 20 giri per la MotoGP, 19 per la Moto2 e 18 per la Moto3.

ALBO D’ORO – Dei piloti ancora in attività, Valentino Rossi vanta il maggior numero di vittorie nella categoria regina, con sei successi ottenuti rispettivamente nel 2001, nel 2003, nel 2006, nel 2008 e nel 2010. A seguire in questa classifica c’è Dani Pedrosa, autore di tre vittorie sul tracciato malese, l’ultima delle quali conquistata proprio l’anno scorso, mentre il campione del mondo Marc Marquez vanta un solo successo nella categoria regina, due in totale però se contiamo anche la vittoria nell’allora 125cc nel 2010. Una sola volta la gara venne annullata: parliamo del 2011, tristemente noto per il grave incidente in cui perse la vita il pilota italiano Marco Simoncelli.

MOTOGP: ROSSI ALLUNGA SU LORENZO – Dopo un weekend particolare vissuto a Phillip Island anche a causa delle condizioni meteo, continua sia la lotta per il secondo posto iridato che quella per il miglior pilota tra i team indipendenti. Per quanto riguarda la prima, la seconda piazza ottenuta da Valentino Rossi in Australia dopo una gara in rimonta ha sicuramente permesso all’italiano di staccare il compagno di squadra Jorge Lorenzo, sesto al traguardo: ora il divario tra i due è di 24 punti. Considerando la seconda, sorride Cal Crutchlow, reduce dalla seconda vittoria stagionale sul tracciato australiano e che ora ha un vantaggio di 24 punti sul principale rivale Pol Espargaro. Ancora una volta il compagno di box di Marc Marquez sarà Hiroshi Aoyama, che anche in Malesia sostituirà Dani Pedrosa, convalescente da un doppio infortunio a clavicola e perone, mentre in Ducati potrebbe tornare in sella Andrea Iannone, assente dal Gran Premio di San Marino a causa di una frattura ad una vertebra riportata in seguito ad una caduta nel corso delle prove libere a Misano.

MOTO2: ZARCO CAMPIONE A SEPANG? – La lotta per il titolo in Moto2 ancora non è chiusa, ma sono due ora i contendenti del campione in carica e leader iridato Johann Zarco: Thomas Luthi ha ottenuto una combattuta vittoria a Phillip Island ed il suo distacco dal francese è ora di 22 punti. Lo svizzero è ora secondo in classifica iridata grazie al weekend disastroso di Alex Rins: lo spagnolo infatti ha chiuso la gara dopo pochi giri per una caduta ed il ritardo da Zarco è aumentato, toccando i 25 punti. Da dire però che anche il leader iridato è reduce da un fine settimana difficile, conclusosi con una dodicesima posizione in gara. La tappa malese sarà molto importante quindi per i tre sfidanti, chiamati ad un risultato importante: a Zarco bastano pochi punti per chiudere i giochi iridati, ma Luthi e Rins cercheranno in ogni modo di mantenere viva la battaglia fino a Valencia.

MOTO3: BASTIANINI IN DUBBIO – La tappa malese potrebbe perdere uno dei nostri protagonisti: Enea Bastianini infatti, coinvolto a Phillip Island in un drammatico incidente, ha riportato la frattura di una vertebra e di una costola. Il pilota del team Gresini verrà sottoposto ad ulteriori esami nei prossimi giorni ed un base a questo si capirà se “Bestia”, attualmente in lotta con Jorge Navarro per la seconda posizione iridata, sarà in grado di prendere parte all’appuntamento a Sepang. Riprende la lotta per il titolo di Rookie dell’Anno: Nicolò Bulega, Joan Mir e Fabio Di Giannantonio hanno chiuso con un zero la tappa australiana, mantenendo invariata la situazione in classifica che vede i tre giovani piloti racchiusi in soli sette punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy