MotoGP, Sepang: Maverick Viñales “Siamo più sereni dopo la vittoria in Australia”

MotoGP, Sepang: Maverick Viñales “Siamo più sereni dopo la vittoria in Australia”

Marc Marquez, Andrea Dovizioso, Maverick Viñales, Andrea Iannone, Jorge Lorenzo e Hafizh Syahrin i protagonisti in conferenza stampa a Sepang.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Penultimo Gran Premio della stagione, ultimo appuntamento della tripletta asiatica: il 2018 del Motomondiale sta ormai ormai volgendo alla conclusione. Questo fine settimana i piloti (qui gli orari TV del GP) saranno protagonisti al Sepang International Circuit, tappa che si apre con la classifica conferenza stampa inaugurale. Hanno partecipato Marc Marquez, Andrea Dovizioso, Maverick Viñales, Andrea Iannone, il rientrante Jorge Lorenzo ed il pilota di casa Hafizh Syahrin.

Marc Marquez è reduce da un nuovo incidente in Australia: non è il primo anno che gli capita di vincere il titolo e nella gara successiva di non arrivare al traguardo, una coincidenza curiosa, ma il pilota spagnolo la prende con filosofia. “Una situazione strana, ma se succede anche l’anno prossimo per me non c’è nessun problema! A Phillip Island abbiamo realizzato un fine settimana positivo e le sensazioni erano buone prima della caduta, quindi dobbiamo solo continuare così. I test invernali sono andati bene su questa pista, ma da allora sono cambiate tante cose: Ducati ha raggiunto un gran livello, noi invece non abbiamo sempre ottenuto buoni risultati qui, ma lavoreremo e dopo il warm up sapremo per cosa possiamo lottare.”

Andrea Dovizioso punta ad un altro ottimo risultato su una pista sulla quale trionfa da due anni, anche se in condizioni di bagnato: “Abbiamo dimostrato di essere migliorati soprattutto nella seconda parte di stagione, per noi è importante averlo capito ma al momento non è abbastanza, visto che in Australia non abbiamo potuto lottare per la vittoria. Posso ancora migliorare come posizione in sella e stile di guida, lavorando per arrivare a lottare per il titolo l’anno prossimo. Le condizioni della pista non sono ottimali per noi soprattutto sull’asciutto: le vittorie infatti le abbiamo conquistate sul bagnato, da capire come comportarci in caso non piova.” Nel 2008 proprio su questa pista ottenne il primo podio in MotoGP: “Ricordo ancora la bella battaglia con Nicky Hayden, era il mio primo anno nella categoria regina ed alla fine sono riuscito a chiudergli davanti. Per me è stato un bel momento.”

Maverick Viñales mostra un bel sorriso di soddisfazione dopo essere tornato alla vittoria in Australia, un risultato importante sia per lui che per la squadra: “Sono stato molto contento di tornare a vincere dopo tanto tempo, non eravamo più abituati a queste emozioni. Ora siamo un po’ più rilassati e possiamo pensare a provare qualcosa con più tranquillità, pensando solo a migliorare la moto. Personalmente arrivo a Sepang senza obiettivi precisi: voglio solo essere competitivo, ottenere un buon risultato in gara, chiudere al meglio in classifica generale ed poi iniziare a pensare alla prossima stagione.”

Andrea Iannone ha conquistato un nuovo podio a Phillip Island, un risultato importante che spera di ripetere anche a Sepang: “Si può perdere un po’ di motivazione se le cose non vanno, ma abbiamo lavorato tanto per riavvicinarci ai primi, io poi ho ritrovato la giusta fiducia e sono riuscito a realizzare belle gare. A partire dal Gran Premio del Giappone posso dire che siamo davvero vicini: il nostro obiettivo è ripeterci anche qui e chiudere bene la stagione a Valencia. Quello di Sepang è buon tracciato, ma ogni anno è situazione diversa, infatti a volte non sono mai stato vicino ai primi ed altre ho lottato per il podio. Vedremo cosa succederà quest’anno.

Jorge Lorenzo rientra dopo una serie di infortuni che l’hanno tenuto lontano per qualche gara: “Mi sento meglio rispetto a Motegi, l’operazione al polso è andata bene e ora ho più forza nel braccio, anche se la mobilità non è il massimo perché mi hanno tolto il gesso da poco. Non ho avuto molto tempo per lavorare su questo aspetto, dovrò velocizzare il processo in questi giorni. Ho voglia di tornare in sella, da quasi un mese non corro con la moto e si perde un po’ la forma. Stavolta non penso di poter lottare per qualcosa di importante, punto solo a riprendere confidenza con la moto in modo da essere pronto per Valencia.”

Hafizh Syahrin vivrà l’emozione di correre davanti al suo pubblico come unico pilota malese presente nella categoria regina del Motomondiale: “Dispiace non aver ottenuto un risultato importante a Phillip Island. In Moto2 sono stato sempre lento, mentre quest’anno mi sono sorpreso molto e ho realizzato un buon weekend. Dopo la caduta nella terza sessione di prove libere pensavo di essermi infortunato perché avvertivo un gran dolore alla mano, invece sono tornato presto in pista: la mia motivazione era alta e sono riuscito a realizzare le migliori qualifiche stagionali. Peccato però non aver finito la gara ed aver perso tanti punti da Morbidelli, ma ho imparato molto dai piloti che mi stavano davanti. Dobbiamo continuare lavorare così anche in questa occasione.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy