Jorge Lorenzo: “Cancellazione decisa dalla maggior parte dei piloti”

Jorge Lorenzo: “Cancellazione decisa dalla maggior parte dei piloti”

Il pilota spagnolo rivela che ha deciso la maggioranza. Ma non tutti i piloti erano presenti…

di Luigi Ciamburro

Dopo un’attesa di oltre quattro ore i piloti della MotoGP hanno chiesto di annullare il GP di Silverstone. La pioggia si è alleviata ma non ha dato tregua rendendo impossibile una gara in massima sicurezza. Adesso occhi puntati su eventuali responsabili di una situazione incresciosa per un campionato di massimo livello come la classe regina, alle prese con un manto d’asfalto assurdo, costellato di avvallamenti e incapace di drenare l’acqua.

I lavori di riasfaltatura si sono rivelati un flop, l’amministratore delegato Stuart Pringle ha lasciato intendere che in attesa di dati certi metterà sotto investigazione l’azienda che ha svolto il restyling dei circa 6 km del circuito. “Come previsto c’è stata una giornata di molta pioggia, quindi per il problema dell’asfalto la maggioranza dei piloti, insieme alla Race Direction, ha chiesto di cancellare il Gran Premio”, ha detto Jorge Lorenzo a Sky Sport. “Le temperature più tardi sarebbero state più basse, in ogni momento può cadere tanta acqua e nelle curve 7 e 8 e può succedere la stessa cosa di ieri, perché l’asfalto non è stato fatto bene”.

Per il prossimo anno bisognerà evitare che il problema si ripeta il prossimo anno, dato che tra circuito e Dorna c’è un accordo fino al 2020, e in Gran Bretagna la pioggia non è una rarità. “Ne abbiamo parlato ieri, delle modifiche da apportare all’asfalto, abbiamo avviato un’indagine che durerà circa sei settimane, per cercare di capire quale sia stato il problema concreto che ha portato a questa situazione ma di certo si dovrà riasfaltare”, ha detto Franco Uncini. Chi svolgerà questa indagine? “Il circuito dovrà avere le competenze di fornire l’asfalto in condizioni ottimali”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy