MotoGP Qatar Valentino Rossi “Io non mi arrendo mai”

MotoGP Qatar Valentino Rossi “Io non mi arrendo mai”

Valentino Rossi inaugura la 22° stagione nel Mondiale con un fantastico terzo posto. “Io non mi arrendo mai e il segreto è la squadra”

Il weekend in Qatar non era iniziato nel migliore dei modi per Valentino Rossi, ma si è concluso in maniera più che positiva: scattato dalla decima casella e con una partenza più volte rimandata per il meteo, il pilota di Tavullia è riuscito a non perdere la concentrazione, realizzando un ottimo scatto che gli ha permesso di portarsi presto a ridosso dei primi e di lottare quindi per le posizioni del podio. Pur non riuscendo a battagliare fino alla fine con Vinales e Dovizioso per la vittoria a causa di un problema alle gomme, il Dottore è riuscito a mantenere agevolmente la terza piazza, portando anche la sua Yamaha sul podio assieme a quella del compagno di squadra.

Il mio segreto è la mia squadra” ha dichiarato Rossi alla fine della gara a Losail. “Non ci arrendiamo mai, manteniamo sempre alta la concentrazione. Sento costantemente il supporto e la fiducia da parte dei ragazzi attorno a me. Conosciamo il nostro potenziale e sappiamo di avere una grande moto ed un pilota da gara. Se devo essere sincero, quando mi sono trovato tra i primi cinque mi sono detto ‘Va bene così’, ma salire sul podio è sempre meglio. Sono davvero felice di aver cominciato così, con un risultato arrivato dopo un periodo difficile. Dobbiamo continuare così.”

Non poteva esserci un inizio di stagione migliore per Maverick Vinales: alla sua prima gara con Yamaha, il pilota spagnolo riesce ad ottenere il primo tempo nel corso della sessione di libere, poi diventata la sua prima pole position stagionale a causa della cancellazione delle qualifiche per maltempo. Scattato davanti a tutti, Vinales si è reso protagonista di una gara emozionante e di una lotta intensa soprattutto con Dovizioso per la vittoria: con questo successo lo spagnolo è il secondo vincitore più giovane nella categoria regina con due differenti fabbriche, preceduto solo da Mike Hailwood.

È stato un weekend incredibile” ha dichiarato ‘Mack’ a fine gara, “Abbiamo fatto un ottimo lavoro per tutto il fine settimana, infatti già nelle prime libere ci sentivamo a posto. La gara è stata difficile, aveva iniziato a piovere e c’era un po’ di confusione perché nessuno sapeva cosa fare. I primi giri sono stati complessi, la pista era scivolosa e volevo prendermela con calma. Sapevo di avere un buon ritmo e ho spinto soprattutto a fine gara. La sensazione, una volta tagliata la linea del traguardo, è stata incredibile. La prima vittoria con Yamaha è stata più importante della prima in MotoGP, avevo molta pressione.”

La partenza è stata buona” ha poi continuato analizzando la gara, “ma sono un po’ uscito dalla linea ideale e Zarco mi ha toccato. Ho dovuto rallentare e sia Marquez che Dovizioso mi hanno superato. È stato un inizio un po’ caotico, ma sono riuscito a rimanere concentrato. L’elettronica ha lavorato bene ed il grip era davvero buono a fine gara, mentre il terzo settore era cruciale perché Andrea [Dovizioso] aveva le morbide posteriori ed aveva un’accelerazione migliore senza rovinare le gomme, è stato difficile superarlo. È fantastico, sono davvero felice.”

MotoGP Qatar Cronaca e classifica

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy