MotoGP: Parla Jonas Folger “Quando mi sentirò in forma tornerò”

MotoGP: Parla Jonas Folger “Quando mi sentirò in forma tornerò”

L’ex pilota Tech 3, in pista in questo periodo per alcuni test, non fa previsioni sul futuro. Non nasconde poi il supporto a Zarco in occasione del “suo” Gran Premio.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Un anno fa, nel corso del Gran Premio di Germania, l’allora rookie MotoGP Jonas Folger otteneva il suo primo podio nella categoria regina del Motomondiale, un risultato di grande valore ottenuto davanti al festante pubblico di casa. Ora il pilota tedesco si è momentaneamente ritirato dalle competizioni per problemi di salute, ma non è escluso che prima o poi riesca a tornare a far parte del Campionato del Mondo. Folger ne ha parlato anche in un’intervista rilasciata a motogp.com, toccando vari temi.

Il primo ricordo va a quella che ha definito ‘la gara più bella della sua vita’, vale a dire quanto fatto al Sachsenring nel 2017: “Ero così felice, per me era come una vittoria. Si trattava del primo podio in MotoGP, nel Gran Premio di casa, su una pista sulla quale in passato avevo sempre sofferto. Sicuramente è stato il momento migliore della mia carriera.”

Un fine settimana impegnativo, essendo l’unico pilota tedesco in MotoGP, ma questo gli ha permesso di guidare senza troppi pensieri, come lui stesso ha ammesso: “Non ho avuto molto tempo per riflettere, ma la gara è stata incredibile! Mi sono ritrovato a lottare con Marc Marquez e per me era surreale, mai poi mi ero trovato così vicino a Dani Pedrosa, e quando ho superato Jorge Lorenzo… Per me è stata una sensazione strana, era la prima volta che battagliavo con questi piloti. Sembrava tutto irreale, ma molto bello!”

Quest’anno Folger non sarà in pista da protagonista, ma non nasconde tutto il suo supporto per l’ex compagno di squadra Johann Zarco, con la speranza che possa portare un nuovo podio in casa Tech 3: “Guardo sempre tutte le sue gare, è un grande amico, oltre che un pilota veloce. Se riesce a mantenere un buon livello di confidenza all’anteriore, può salire sul podio.”

Passando poi al presente, il tedesco è recentemente tornato in sella, anche se solo per dei test: “Ho realizzato una sessione di prove ad Aragón ed un’altra a Brno la scorsa settimana. Ho provato la Triumph assieme ai ragazzi KALEX, lavorando sul telaio e su altri dettagli. Ho girato assieme ad Alex Marquez, lui però aveva il motore Honda. Le traiettorie da seguire sono diverse, più simili a quelle da eseguire con una moto della categoria regina, e puoi giocare un po’ di più con l’elettronica.”

“In questo modo la differenza tra Moto2 e MotoGP si riduce molto” ha poi aggiunto, affermando che in questo modo “le squadre hanno maggiori opzioni con la moto, sarà più interessante sia dal lato tecnico che da quello del pilota. La preparazione in questo modo compie un grande passo avanti perché la moto che guidi è più simile ad una MotoGP.”

Il suo ritorno in sella ha portato a tante voci riguardanti un suo possibile ritorno, ma è lo stesso Folger a non volersi sbilanciare: “Ho girato solo due volte, avrei bisogno di qualche test in più. Al momento non posso parlare di ritorno alle competizioni, so che sarò in sella ad una moto ma non importa se per gareggiare o solo per qualche test. Non appena mi sentirò a posto e abbastanza forte per disputare una stagione intera, o due, o anche di più, tornerò.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy