MotoGP, Mugello: Valentino Rossi “Atmosfera sempre speciale su questa pista”

MotoGP, Mugello: Valentino Rossi “Atmosfera sempre speciale su questa pista”

Marquez, Rossi, Petrucci, Miller, Dovizioso e Bagnaia hanno presenziato alla conferenza stampa che apre il Gran Premio d’Italia.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Si apre ufficialmente uno degli appuntamenti più attesi della stagione, vale a dire il Gran Premio d’Italia, con la consueta conferenza stampa inaugurale. Hanno preso parte all’evento il leader iridato Marc Marquez, Valentino Rossi, Danilo Petrucci, Jack Miller, Andrea Dovizioso ed il leader Moto2 Francesco Bagnaia.

Si comincia con Marc Marquez, reduce da tre vittorie consecutive negli ultimi tre appuntamenti iridati: “Il Mugello è un bel circuito ma per me è anche uno dei più difficili, non ho mai ottenuto grandi risultati. I test che abbiamo ottenuto qui sono stati positivi, ma ora le temperature sono più alte. Mi sento bene con la moto ma sinceramente nel 2014 era più facile, ora sono cambiate tante cose, come gomme e elettronica. I rivali poi hanno alzato il livello, ma il nostro obiettivo sarà chiudere nella migliore posizione su una pista dove non andiamo mai troppo bene.”

Si passa poi a Valentino Rossi, uno dei piloti più attesi e che in passato ha ottenuto ben sette vittorie sul tracciato toscano: “Il Mugello è un weekend molto sentito per me e per gli altri piloti italiani, si tratta di un appuntamento storico come lo è Monza per la F1. Per me è una delle piste più belle e l’atmosfera è sempre speciale, e quest’anno arrivo più in forma fisicamente rispetto all’anno scorso. A Le Mans abbiamo ottenuto un ottimo risultato, ma ora dobbiamo capire il nostro potenziale su questa pista: i test non sono stati così positivi per me, ma da dire anche che abbiamo girato solo al mattino. Come base partiamo da quanto visto in Francia, ma dobbiamo cercare di migliorare.”

La parola va a Danilo Petrucci, anche lui reduce da un bel podio conquistato a Le Mans e pronto a fare bene anche davanti al pubblico di casa: “E’ sempre speciale essere qui, su una delle mie piste preferite, e arriviamo con uno spirito positivo dopo il risultato di Le Mans, ma dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo sempre fatto in ogni gara. Oggi c’è stato anche un bel meeting con la squadra, nel quale abbiamo discusso a lungo soprattutto di ogni dettaglio della moto. Come detto arrivare qui dopo un podio è decisamente positivo, anche se sappiamo che non sarà facile ripeterlo: nei test abbiamo visto che siamo un passo indietro rispetto agli altri e dobbiamo recuperare. Ogni gara è importante in MotoGP, io voglio essere sempre davanti al maggior numero di piloti possibile ma non sempre ci si riesce.”

Tocca poi all’attuale compagno di squadra, Jack Miller, che continua a mostrare un buon feeling con la Desmosedici: “E’ bello essere in Italia, le sensazioni sono davvero ottime in questo periodo. Da quando sono arrivato in Ducati riesco ad essere più competitivo e ho realizzato delle belle gare, come anche l’ultima a Le Mans, quando sono rimasto vicino al gruppo in lotta per il podio. Non ho ottenuto grandi risultati qui al Mugello in passato, ma quest’anno sarà interessante. Più rimango vicino ai primi e più imparo, ho sempre maggiore esperienza e sto maturando molto, oltre a divertirmi di più in pista.” Per quanto riguarda il futuro, “è bello essere considerato per un posto nel team ufficiale, fino all’anno scorso non sarebbe mai successo, ma io devo solo continuare a lavorare.”

Andrea Dovizioso non arriva al Mugello nelle condizioni in cui sperava di trovarsi, parlando in ottica iridata, ma è deciso da dare la svolta alla sua stagione, una cosa avvenuta nel 2017 proprio sulla pista toscana: “Ci troviamo in una situazione diversa rispetto all’anno scorso, visto che in classifica siamo abbastanza lontani da Marc, ma penso che siamo più competitivi rispetto alle ultime gare. Ora dobbiamo pensare a scalare posizioni e prendere punti, non è così facile visto che il livello è molto alto, ma possiamo essere veloci e domani vedremo a che punto siamo.” Spiega poi l’errore che gli è costato il GP in Francia: “A Le Mans ero troppo rilassato, ho visto che avevo una buona velocità e ho pensato solo a portarmi in testa, visto che dietro di me anche Zarco aveva un buon ritmo. Mi sono però sbilanciato troppo in curva, commettendo un piccolo ma grave errore.”

Si chiude poi con Francesco Bagnaia, attuale leader iridato in Moto2 ed all’esordio nel 2019 con Pramac Racing: “Arrivo qui un po’ nervoso, ma sono anche emozionato e contento. Fin da febbraio abbiamo iniziato a lavorare nella giusta direzione, poi sono arrivate le vittorie ed un podio molto importante a Jerez, alla fine di un Gran Premio difficile. Iniziamo quindi la tappa del Mugello in un’ottima posizione.” Un commento poi sul suo futuro: “L’anno prossimo sarò in MotoGP con i piloti più veloci del mondo, con Valentino che è il mio idolo fin da piccolo, e spero di poter prendere parte spesso a queste conferenze stampa.”

MotoGP Mugello: i biglietti e le offerte ancora disponibili

Motomondiale 2018: le quote scommesse di JohnnyBet

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy