MotoGP, Mugello: Aprilia fallisce la qualifica, le RS-GP partono dal fondo

MotoGP, Mugello: Aprilia fallisce la qualifica, le RS-GP partono dal fondo

Aleix Espargaro cade in FP4 e con il muletto si arena in 21° posizione (su 24). Scott Redding sempre più in difficoltà

di Redazione Corsedimoto
Aleix Espargaro e Scott Redding

Aprilia, non è stata la vigilia di GP Italia che i tifosi sognavano. Aleix Espargaró, 21° tempo, partirà in settimana fila. Malissimo anche  Scott Redding solo 23°, su 24 in pista. Le aspettative erano ben più alte,  soprattutto dopo la buona prova dello spagnolo nel turno del mattino  che lo aveva visto in lotta per un posto tra i primi dieci e quindi per l’accesso diretto alla qualifica finale Q2. Aleix aveva chiuso quella sessione in tredicesima posizione (in 1’47.248) a soli 162 millesimi dal decimo posto. Ma una scivolata sul finire della FP4 lo ha costretto a rinunciare alla prima moto proprio nella qualifica decisiva. Il feeling decisamente scarso con la seconda moto ha tenuto Aleix lontano da posizioni accettabili. (qui cronaca e tempi della qualifica)

Al mattino sono riuscito ad essere abbastanza competitivo, abbiamo sfiorato l’accesso alla Q2 per poco più di un decimo e nel complesso ero contento delle nostre prestazioni” racconta Aleix Espargaro. “Al pomeriggio durante le FP4 abbiamo lavorato sul passo mettendo in fila dei bei giri con gomme usate, purtroppo verso la fine sono scivolato rendendo inutilizzabile la moto per la qualifica. Nella Q1 ho utilizzato la seconda moto e non avevo lo stesso feeling, sia per quanto riguarda il grip sia l’erogazione del motore, e anche spingendo al massimo non sono riuscito ad abbassare il tempo. Partiamo dalla settima fila, non una posizione ideale, ma sono abbastanza fiducioso di poter fare una gara simile a quella di Austin recuperando molte posizioni. Specialmente nella seconda metà di corsa: farà caldo, le gomme verranno sollecitate e sappiamo quanto la RS-GP sia gentile con la ruota posteriore”.

Scott Redding ha detto:  “Purtroppo anche oggi non siamo riusciti a migliorare quanto avremmo voluto. Abbiamo provato qualche modifica ma il feeling con la RS-GP qui al Mugello non è ancora quello giusto. Domani ci aspetta una gara dura, partendo da molto indietro, non ci resta che dare il massimo e portare a casa il miglior risultato possibile”.

Corsedimoto, record di lettori in maggio

MotoGP Mugello: i biglietti e le offerte ancora disponibili

Motomondiale 2018: le quote scommesse di JohnnyBet

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy