MotoGP Misano: Jorge Lorenzo cade cambiando mappa, Michele Pirro super tester

MotoGP Misano: Jorge Lorenzo cade cambiando mappa, Michele Pirro super tester

Il maiorchino va in fuga ma getta al vento l’occasione cadendo. Il pugliese centra un magnifico piazzamento ad un soffio da Maverick Vinales

Commenta per primo!
Jorge Lorenzo sulla Ducati al comando nei primi giri del GP San Marino Riviera Rimini 2017 a Misano

MotoGP, una caduta nel corso del settimo giro hae posto fine alla bella gara di Jorge Lorenzo. Il pilota maiorchino è passato al comando del GP già nel corso del primo giro ed ha imposto subito il suo ritmo, arrivando ad avere un vantaggio di oltre quattro secondi sul gruppo degli inseguitori, fino all’high-side sull’asfalto bagnato che lo ha costretto al ritiro (qui cronaca e classifica del GP)

Che peccato la mia caduta!” si rammarica Jorge Lorenzo. “La moto andava molto bene e io stavo guidando in modo relativamente tranquillo, senza rischiare troppo e cercando di gestire bene le gomme. Purtroppo a un certo punto ho perso la concentrazione cercando di cambiare mappa con una diversa configurazione elettronica, ho utilizzato il freno posteriore in modo leggermente diverso e questo è bastato per provocare un high-side e farmi cadere. Sono molto dispiaciuto perchè penso che avrei potuto vincere la gara con distacco e invece mi sono dovuto ritirare. Le corse di moto però sono fatte così e bisogna accettare che possano succedere queste cose.”

Buona la prestazione di Michele Pirro, alla sua seconda wild card stagionale con la Desmosedici GP del Ducati Test Team. Il pilota pugliese, che partiva in quarta fila, ha compiuto una bella rimonta ed ha chiuso la sua gara al quinto posto, a meno di tre secondi da Viñales.

Il weekend non era iniziato bene con la caduta di ieri in qualifica, che purtroppo ha compromesso la mia posizione in griglia” ha spiegato Michele Pirro  “e all’inizio della gara non volevo prendere troppi rischi e sono partito troppo lentamente. Da metà gara in poi sono riuscito a girare con un buon passo ed ho iniziato la mia rimonta, arrivando a ridosso di Viñales. Però faticavo molto a tenere il suo ritmo e alla fine ho deciso di non prendere troppi rischi perché, dopo le due scivolate di ieri, ci tenevo a finire la mia gara. Devo ancora migliorare perché mi manca il ritmo nei primi giri della gara, ma oggi mi sono veramente divertito.”

MotoGP Misano: Andrea Iannone sempre più giù

MotoGP Misano: Marc Marquez “E’ triste fischiare chi cade”

MotoGP Misano: L’altra Honda di Dani Pedrosa a picco, ecco perchè

MotoGP Misano: Maverick Vinales “Più di così era impossibile”

MotoGP Assen: Aprilia, niente di fatto, tutti giù per terra

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy