MotoGP Misano: Aprilia, un altro venerdi di passione

MotoGP Misano: Aprilia, un altro venerdi di passione

Le due RS-GP sono molto lontane dal top: fra problemi e cadute Espargarò e Redding non ingranano

di Redazione Corsedimoto
Scott Redding

Aprilia saluta definitivamente Scott Redding, annuncia l’arrivo di Bradley Smith come tester e il potenziamento dello sforzo tecnico dalla prossima stagione. Ma intanto le RS-GP continuano a navigare molto lontane dalla vetta. Neanche il fattore campo ha ridato smalto alle prestazioni: si annuncia un altro GP di sofferenza per Redding ed Espargaro, fuori dalla top 15 (Qui cronaca e tempi del venerdi). Espargaró ha affrontato la prima giornata con il suo nuovo capo tecnico Pietro Caprara e ha dovuto confrontarsi con un processo di adattamento all’ultima evoluzione di motore della sua RS-GP, provato ad agosto proprio su questa pista ma per la prima volta alla verifica in un turno ufficiale.  Nel primo turno Redding ha messo in mostra una bella confidenza con la sua Aprilia sfiorando la top-ten e finendo undicesimo a soli 18 millesimi dal decimo. Nel pomeriggio però, complice una caduta con conseguente cambio moto, è stato tra i pochissimi piloti a non migliorarsi.

Questo è un GP importante per Aprilia, ma la prima giornata non è stata semplice nonostante ce la stia mettendo tutta” ha spiegato Aleix Espargaro. “Abbiamo utilizzato queste prime sessioni per creare una base di lavoro visto che ho al mio fianco Pietro come nuovo capotecnico. Il primo impatto è stato buono, è una persona calma e riflessiva ma chiaramente ha bisogno di capire come funziona la RS-GP e quali sono le mie esigenze. Ho provato la nuova evoluzione di motore, molto diversa nel comportamento rispetto alla precedente, e al momento non riusciamo a sfruttarne il potenziale. Dobbiamo affinare la gestione elettronica per adeguarci alle nuove caratteristiche, spero che con i dati raccolti riusciremo a preparare un pacchetto più efficace in qualifica e gara”.

Scott Redding ha detto:  “Questa mattina mi sono trovato bene. Sono partito con lo stesso setup di Silverstone, che qui sembra funzionare meglio. Il feeling con la moto è buono, ho trovato un buon ritmo e sono riuscito a lavorare sulle diverse opzioni di gomme. Sento la RS-GP più reattiva, più pronta nel rispondere alle mie richieste. Nel pomeriggio abbiamo continuato su questa strada, la scivolata onestamente non me la so spiegare, forse un po’ di umidità ha fatto scendere di qualche grado la temperatura. Dovendo poi utilizzare la seconda moto ho fatto fatica a migliorare i tempi ma sono contento, è bello trovare subito il giusto passo nella gara di casa per Aprilia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy