MotoGP Misano: Aprilia resta indietro, è una vigilia difficile

MotoGP Misano: Aprilia resta indietro, è una vigilia difficile

La RS-GP non riesce a compiere il salto di qualità e si arena nelle retrovie con Aleix Espargaro e Scott Redding

di Redazione Corsedimoto
Scott Redding

Aprilia contava molto sul fattore campo, invece a Misano è incappata in una delle qualifiche più difficili dell’anno. Sia Aleix Espargaró, sia Scott Redding sono rimasti fuori dalla seconda qualifica Q2 e domani scatteranno, rispettivamente, dalla sesta e dalla settima fila (qui cronaca e tempi completi). I due piazzamenti sono il frutto dei risultati ottenuti nel primo turno di qualifiche nel quale Aleix si è classificato sesto in 1’33.084 (a poco più di sei decimi dal secondo posto, ultimo valido per il passaggio alla seconda sessione) quindi sedicesimo nella classifica generale e Scott undicesimo, ventunesimo nello schieramento, in 1’33.572.

Se guardiamo ai tempi sono stato più veloce rispetto allo scorso anno, ma non abbastanza perché il miglioramento degli avversari è stato più evidente, quindi non sono certo contento del risultato commenta Aleix Espargarò. “Abbiamo sofferto in tutte le sessioni e non ho la soluzione per uscire da queste difficoltà. Il problema non si manifesta solo sul giro singolo ma riguarda anche il ritmo: faccio molta fatica a guidare e questo diventa impegnativo sulla distanza di gara. Cercheremo comunque di portare a casa il massimo risultato possibile”.

Scott Redding ha detto: “Non siamo riusciti a migliorare quanto speravamo. Il raffreddore che mi impedisce di respirare non aiuta sicuramente, specialmente nel pomeriggio la situazione è peggiorata sensibilmente. Dobbiamo analizzare bene le modifiche al setup per selezionare un pacchetto con le migliori caratteristiche possibili. Difficile fare previsioni per la gara, molto dipenderà dal ritmo che terranno gli avversari”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy