MotoGP: Mike Jones sostituto di Bautista nel Angel Nieto Team in Australia

MotoGP: Mike Jones sostituto di Bautista nel Angel Nieto Team in Australia

Provvisorio cambio di formazione in Australia per Angel Nieto Team: con Bautista ‘promosso’ in Ducati Team per l’infortunio di Lorenzo, accanto ad Abraham ci sarà Mike Jones.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

A Phillip Island il team Angel Nieto si presenterà sempre con due piloti, ma cambia provvisoriamente la formazione: visto che Alvaro Bautista è stato chiamato in Ducati Team per sostituire l’infortunato Jorge Lorenzo, la squadra di Jorge Martínez ha deciso di puntare per questa occasione su un pilota di casa, Mike Jones, pupillo di Troy Bayliss.

Nativo di Brisbane, classe 1994, nel 2015 è diventato Campione Australiano Superbike e attualmente è attivo nel campionato RFME Superstock 1000 con una Kawasaki ZX-10R del Team Speed Racing. Oltre ad aver disputato il GP inaugurale della stagione 2016 nel Mondiale Superbike, di scena a Phillip Island, non è la prima volta che compete nel Motomondiale: sempre nel 2016 infatti è stato chiamato da Avintia Racing per gli appuntamenti in Giappone ed in Australia (chiudendo 15° e quindi a punti) al posto di Barberá, temporaneamente ‘promosso’ in Ducati Team al posto dell’infortunato Iannone.

Mike Jones nel box Avintia con Troy Bayliss, 2016
Mike Jones nel box Avintia con Troy Bayliss, 2016

“Sono davvero emozionato” ha esordito Mike Jones, che sarà in azione in sella ad una Desmosedici GP 2016, mentre il compagno di squadra Abraham avrà a disposizione la GP 2017. “Ringrazio di cuore Angel Nieto Team per l’opportunità di disputare il mio GP di casa. Conosco bene il tracciato di Phillip Island, mi sono sempre divertito molto. Ho voglia di imparare il più possibile nel corso del fine settimana, in modo da poter dare il massimo con questa Ducati.”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Katana05 - 4 settimane fa

    Ussignor, sarà mica un altro Ponsson, vero?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy