MotoGP: Michelin punta sulle gomme asimmetriche per il gran finale a Valencia

MotoGP: Michelin punta sulle gomme asimmetriche per il gran finale a Valencia

La MotoGP va a Valencia per l’ultima tappa stagionale: Michelin si prepara per l’occasione, optando per un’intera gamma di gomme dalla struttura asimmetrica.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Siamo ormai alla fine per quanto riguarda la stagione 2018: la MotoGP si appresta a vivere l’ultimo Gran Premio dell’anno, così come Michelin, che vuole chiudere il campionato nel migliore dei modi. Si corre al Circuito Ricardo Tormo di Valencia, sede del 19° GP di questa annata: si tratta del secondo tracciato più corto presente in calendario (dopo il Sachsenring), con 4005 metri complessivi da percorrere in senso antiorario, con nove curve a sinistra e cinque a destra, oltre ad essere molto stretto e ad avere un layout molto tecnico.

Queste le caratteristiche principali della pista valenciana, portando la compagnia francese a puntare su una gamma completa di gomme asimmetriche per la terza volta in questa stagione: Michelin infatti fornirà ai piloti mescole slick morbide, medie e dure sia all’anteriore che al posteriore, in entrambi i casi con una spalla sinistra più dura per affrontare al meglio il maggior numero di curve in questa direzione. Non mancheranno le gomme rain, viste le condizioni meteo ormai sempre più difficili da prevedere: morbida e media le mescole in questa occasione, con la costruzione asimmetrica prevista solo per il posteriore.

“Dopo le quattro gare oltreoceano, è bello tornare a competere su un territorio familiare” ha dichiarato Piero Taramasso – Michelin Motorsport Two-Wheel Manager, “ma siamo sicuri che la tappa a Valencia sarà impegnativa come tutti gli altri Gran Premi disputati quest’anno. Le mattinate più fredde sicuramente avranno il loro peso: abbiamo dovuto scegliere le gomme a febbraio, ma siamo sicuri di aver fatto la scelta giusta, considerando anche che le temperature si alzeranno un po’ nel pomeriggio. Valencia è uno dei pochi tracciati che richiede una gamma di gomme asimmetriche per il suo layout a forma di serpente. Il campionato è già deciso, ma siamo sicuri che sarà un altro appuntamento emozionante, nel quale alcuni piloti, che cambieranno team l’anno prossimo, avranno l’occasione di portare un ultimo bel risultato alle attuali squadre.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy