MotoGP: Maverick Viñales passa al #12 “È come se ripartissi da zero”

MotoGP: Maverick Viñales passa al #12 “È come se ripartissi da zero”

Maverick Viñales l’anno prossimo non avrà più il 25 sulla carena della sua M1, ma ha deciso di cambiarlo per il 12. Ecco perché.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Un aspetto che ha incuriosito molto nella lista provvisoria per la prossima stagione è vedere un cambio di numero nella categoria regina: non si tratta di un rookie, ma di Maverick Viñales, che ha deciso di chiudere il 2018 con il 25 (utilizzato da quando correva nel CEV) per ripartire nel 2019 con il 12. Un cambio radicale, nato dalla volontà del pilota di Figueres di ripartire da zero con rinnovati ottimismo e fiducia, oltre alla determinazione ad ottenere risultati nettamente differenti rispetto a quelli visti in questa difficile stagione.

“Ho utilizzato il numero 12 quand’ero molto piccolo e ho ottenuto parecchi successi” ha dichiarato Viñales, spiegando così la curiosa scelta. “Mi identifico di più con questo numero che con il 25 ed era il momento di cambiare.” La novità infatti non riguarda solo il numero, ma è anche all’interno della squadra che l’ha accompagnato in questo 2018: accanto a lui non ci sarà più Ramón Forcada (che si appresta ad affiancare Morbidelli in Petronas Yamaha), ma ritroverà Esteban García, in arrivo da KTM e già con Viñales nella sua esperienza in Moto3. Wilco Zeelenberg, suo analista dei dati in pista fino a questa stagione, sarà il nuovo team manager della squadra malese ed il suo posto verrà occupato da Julián Simón.

“L’anno prossimo ci saranno parecchie differenze in squadra, come il motore, il capomeccanico, e tante altre cose. Voglio cambiare tutto, cancellare quello che è stato, come se ripartissi da zero.” Se vogliamo, c’è anche un pizzico di scaramanzia in questa scelta, come per “cambiare la fortuna”, come ammette lo stesso pilota: “Quando utilizzavo il 12 riuscivo a battere tutti i miei rivali. Voglio provare a cambiare le cose, è importante anche l’aspetto mentale.” Ora però si pensa all’ultima tappa della stagione, con Rossi a precederlo in classifica iridata per soli due punti: “Possiamo migliorare ancora molto, ma domenica dovremo rischiare al massimo.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy