MotoGP, Marc Marquez: “Se Iannone vuole domani non vinciamo”

MotoGP, Marc Marquez: “Se Iannone vuole domani non vinciamo”

Marc Marquez firma la sesta pole position stagionale a Phillip Island. Per domani resta il dubbio gomma posteriore e l’incognita Suzuki

di Luigi Ciamburro
Marc Marquez a Phillip Island

Marc Marquez non si rilassa neppure dopo la vittoria del titolo mondiale arrivata sei giorni fa a Motegi. A Phillip Island firma la sesta pole stagionale, la quinta consecutiva sul circuito australiano eguagliando l’eroe di casa Casey Stoner che ha preferito restare a casa. Il week-end non era cominciato nel migliore dei modi, ha dovuto fronteggiare problemi con l’anteriore e mancanza di grip condivisi da tutte le Honda, riportato due cadute nella prima e terza sessione di prove libere. Ma quando la pioggia è iniziata a scendere, il vento a spirare e le temperature a calare, Marc è stato il più coraggioso firmando un ottimo 1’29″199 imprendibile per chiunque.

Non smette mai di stupire il Cabroncito, la prudenza non è di casa a Cervera, la sete di pole position insaziabile. “Sapevo di non essere lontano dalla pole position, quello che mi aspettavo di più era Iannone, che fino a questo momento era stato il più veloce su questa pista. Quando ho visto una leggera pioggia faceva paura sulla moto, perché qua si gira tanto veloce – ha raccontato Marc Marquez a Sky Sport -. Alla prima uscita si è fermata un attimo e ho spinto un giro, alla seconda uscita si poteva andare forte, ma non ho voluto rischiare di più all’ultimo giro. In gara sarà difficile, dobbiamo vedere quale sarà il pneumatico giusto al posteriore, ma penso che sarà una gara di gruppo come l’anno scorso“.

Per la gara di domani i tecnici HRC cercheranno di offrire maggiori garanzie all’anteriore, visto che già uno step avanti è stato fatto in questa direzione rispetto al giorno prima. Difficile fare pronostici, ma Marc Marquez sarebbe pronto a scommettere sulla Suzuki del nostro Andrea Iannone: “All’uscita dei box ero più lento, avevo 10 gradi in meno di inclinazione, ma è l’handicap di usare gomme dure a freddo“, ha sottolineato il campione. “Tutto dipende da Iannone, se Iannone vuole, non vinciamo, se va come oggi, vince, ma domani è un altro giorno, non deve andare come oggi, cercheremo di migliorare e se non migliora avremo le nostre possibilità“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy