MotoGP, Marc Marquez: “Nei test modifiche a motore e telaio”

MotoGP, Marc Marquez: “Nei test modifiche a motore e telaio”

Marc Marquez chiede scusa per l’errore nel GP di Valencia, ma si gode il momento d’oro della sua carriera. Dai test chiede più feeling con l’anteriore.

di Luigi Ciamburro
Marc Marquez

Valencia non ha regalato l’ultima grande emozione a Marc Marquez. Al sesto giro è caduto per la seconda volta nel week-end dopo la botta rimediata nella Q2, riportando un lieve infortunio alla spalla che questo inverno dovrà sottoporre a intervento chirurgico. Il Cabroncito ha pagato anche l’azzardo della mescola media al posteriore che non ha garantito sufficiente grip sul bagnato. “Fortunatamente, il campionato è già stato deciso, perché ho commesso l’errore più grande della stagione. Stavo viaggiando molto velocemente con la gomma media perché all’inizio c’era meno acqua in pista. Ma quando ha piovuto di più, è diventato più difficile. Se fosse stata una gara decisiva per il titolo mondiale avrei scelto lo stesso pneumatico degli altri“.

Il suo capo equipaggio Santi Hernandez aveva insistito sul fatto che la gomma media fosse una scelta sbagliata, motivo per cui non appena è rientrato ai box Marc si è scusato con tutto il team. “E’ stato un mio errore, cercherò di non ripeterlo in futuro“. Ma una piccola macchia non può cancellare una stagione splendente: “E’ il mio sogno,  me lo sto vivendo e cerco di godermi ogni attimo, perché non puoi mai sapere quando finirà. E’ stata una stagione molto positiva, ma voglio continuare a migliorare la mia abilità e cercare di essere sempre migliore. Sono il campione, ma ho ancora certe cose da imparare, oggi ho fatto un grosso errore ed è qualcosa su cui devo migliorare per l’anno prossimo. Riguardo alle condizioni fisiche sono arrivato al limite, ora abbiamo dei test importanti, ma se il motociclista vuole fare la differenza deve dare qualcosa di più e questo qualcosa in più è trovare il limite. Cado tante volte però è il modo per andare più veloce“.

Dopo i test invernali di Valencia e Jerez sarà tempo di ricaricare le batterie per pianificare un 2019 di ulteriori successi: “Sicuramente a Babbo Natale chiederò di vincere tutte le gare con 10 secondi di vantaggio e senza cadere, ma è impossibile, bisogna restare sempre concentrati e migliorare in alcuni settori, perché anche gli avversari miglioreranno. Questa è la MotoGP, una grande competizione, qualcosa di speciale, c’è sempre tempo per migliorare: gli altri ti rendono migliore e tu rendi migliore gli altri“. Adesso massima attenzione sulla giornata di test in programma domani e dopodomani al Ricardo Tormo, l’obiettivo è migliorare il feeling con l’anteriore senza perdere in altre aree: “Hanno portato cambiamenti nel motore e al telaio. Sulla carta, in teoria, tutto è andato bene, ma poi in pratica vedremo cosa succede, proveremo tutto passo dopo passo, a poco a poco. Quello che chiede un pilota? Più potenza sul rettilineo. Ma dobbiamo cominciare a migliorare la parte anteriore o la distribuzione della moto per vedere cosa succede con la gomma anteriore e tutte queste cose“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy