MotoGP, Marc Marquez: “Dovizioso doveva essere sul podio con me”

MotoGP, Marc Marquez: “Dovizioso doveva essere sul podio con me”

Marc Marquez conquista il 7° titolo mondiale a Motegi. Nel dopo gara il primo pensiero a caldo vola all’avversario ad Andrea Dovizioso caduto all’ultimo giro.

di Luigi Ciamburro
Marc Marquez campione del mondo

Marc Marquez sfila in veste di campione del mondo al Twin Ring, con quell’ultimo giro su un tappeto di rose dopo la caduta di Andrea Dovizioso. Il giorno magico di casa Honda che festeggia il Mondiale sul circuito di casa, una vittoria strappata con i denti nonostante la sesta piazza di partenza. E’ bastata una curva per balzare in terza piazza, un giro per mettersi alle spalle del pilota Ducati, a undici giri dal traguardo ha iniziato a dare fiato alle trombe, quando mancavano quattro ‘laps’ si è piazzato davanti con il suo solito stile ‘Marc-Attack’ (qui cronaca e classifica del GP)

Marc Marquez è una leggenda di nuova generazione, che sia simpatico o no, ma nel parco chiuso il primo pensiero vola all’avversario.  “È un po ‘deludente, perché Dovi merita di essere sul podio accanto a noi“, ha commentato il Cabroncito. “Mi sento davvero bene. Perché è stato un campionato dove dopo Aragón ho iniziato a immaginare che questo poteva essere il mio anno. Ma la differenza è che ho usato la prima occasione per vincere il titolo. Ho lavorato duramente con il team per tutto il weekend. Ero solo sesto in griglia, ma in gara sono riuscito a seguire Andrea fin dal primo giro. Ho scelto una strategia simile alla Thailandia, quindi ho attaccato e ho preso il comando prima del giro finale. Perché mi sentivo di avere qualche asso nella manica. Ho spinto forte, poi Dovi ha commesso un errore, il che è deludente, perché merita di essere qui con noi sul podio. Ma il grande capo della Honda si divertirà“.

La vittoria iridata porta anche lo zampino di Andrea Dovizioso, perché c’è sempre da imparare dal diretto avversario, dal suo stile di guida, dal modo di impostare una gara e allestire la moto. “La strategia che ho utilizzato quest’anno è quella che ho imparato un po’ da Andrea l’anno scorso ma anche quest’anno. E’ molto bravo con il setting, penso che il suo livello sia molto alto e il prossimo anno continueremo con le stesse battaglie fino alla fine“, ha ammesso Marc Marquez a Sky Sport MotoGP.  Ma che gare saranno le ultime tre ora che i giochi iridati sono conclusi? “Di più non posso rischiare (ride, ndr), l’ho dimostrato oggi, io e Andrea andiamo sempre al limite. Questa seconda parte di stagione, anche con Lorenzo, eravamo un passo avanti a tutti. Proviamo a finire le gare, perchè bisogna vincere anche il campionato dei team, gestiremo un po’, ma faremo belle gare, del resto arrivano gare come Phillip Island e Valencia che mi piacciono tanto“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy