MotoGP Marc Marquez “A Silverstone mi sono sempre divertito…”

MotoGP Marc Marquez “A Silverstone mi sono sempre divertito…”

Il leader del Mondiale arriva in Gran Bretagno molto carico. Dani Predrosa invece proverà a riscattare il mezzo disastro di Brno

A poco meno di due settimane di distanza dalla tappa ceca, Marc Marquez si prepara a vivere il Gran Premio di Gran Bretagna ancora una volta da leader iridato. Per il catalano il tracciato porta con sé il ricordo del primo podio iridato in 125cc nel 2008, seguito da una vittoria due anni dopo, ottenendo poi un terzo posto in Moto2, per poi finire con un podio ed una vittoria nella categoria regina.

“A Silverstone solitamente il tempo è imprevedibile” ha dichiarato Marquez, “ciò significa che devi essere pronto ad affrontare anche il freddo e la pioggia. Abbiamo trovato ‘condizioni miste’ più di una volta quest’anno ed abbiamo visto quanto sia importante rimanere concentrati per fare la scelta giusta. Vedremo cosa succederà nel corso del weekend e cercheremo di gestire la situazione nello stesso modo in cui abbiamo fatto finora.”

Per quanto riguarda il tracciato, “mi piace molto, c’è un primo settore lento seguito da una serie di ‘esse’ dove è possibile fare la differenza se la moto è a posto. Mi sono sempre divertito lì, daremo il massimo per ottenere il miglior risultato.”

RISCATTO PEDROSA? – Dani , reduce da un anonimo dodicesimo posto a Brno, spera di dare finalmente una svolta ad una stagione che ancora non l’ha visto ottenere un successo, unico tra le Honda della categoria regina. In passato il pilota catalano ha chiuso due volte sul podio a Silverstone, un terzo posto sia nel 2012 che nel 2013.

Il mio obiettivo al momento è ritrovare confidenza” ha dichiarato Pedrosa, “Il lavoro fatto nel corso del test subito dopo la gara a Brno ci ha dato qualche idea, vedremo se riusciremo ad avere più velocità nel corso delle prossime gare.” “Silverstone è una bella sfida” ha poi proseguito, “ci sono molti cambi di direzione che richiedono molto lavoro sulla moto. Sarà importante anche il tempo, spesso imprevedibile. Il tracciato è molto veloce, c’è un po’ di vento e non è facile. Una volta preso il ritmo però le cose vanno meglio.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy