MotoGP, Luca Cadalora: “Valentino Rossi ci farà divertire”

MotoGP, Luca Cadalora: “Valentino Rossi ci farà divertire”

Valentino Rossi e Yamaha lavorano su due nuove specifiche di motore nei test di Valencia. Luca Cadalora assicura: “Se miglioriamo ci farà divertire”

di Luigi Ciamburro
Valentino Rossi

Yamaha al lavoro sul motore nei due giorni di test MotoGP a Valencia. Valentino Rossi e Maverick Vinales sono scesi in pista dopo le 12:00 con tre moto ciascuno a disposizione (una con motore 2018 e due con due specifiche di motore differenti), mentre Fabio Quartararo e Fabio Morbidelli, che debuttano nel nuovo team satellite SIC Petronas, lavorano con le M1 2018.

Nessuna novità in termini di ciclistica, l’attenzione sarà focalizzata solo su due nuove specifiche di motore, una delle quali dovrà essere selezionata e avviata alla produzione dopo il test di Jerez della prossima settimana. “In questi due giorni il nostro programma di lavoro riguarda solo il motore, non abbiamo nessun componente diverso da provare sulla ciclistica – ha sottolineato Maio Meregalli a Sky Sport MotoGP -. Sarà importante scegliere quale delle due specifiche sarà importante per il prossimo anno. Non lo decideremo qui, ma a Jerez. Sarà una scelta fondamentale per noi. Entrambi hanno lo stesso materiale a livello di motore, non vogliamo ripetere l’errore dello scorso anno“.

Il lavoro sulla centralina elettronica sarà avviato solo a partire dalla pausa invernale, dopo aver scelto la configurazione del nuovo motore: “Quando vai a correggere elettronicamente vai a snaturare quella che è la caratteristica del motore. Stiamo cercando di ottenere un’erogazione più pulita e dolce possibile con la meccanica del motore, poi con l’elettronica eventualmente lo miglioreremo“.

L’OTTIMISMO DI CADALORA – Uno dei punti deboli della Yamaha M1 2018 è stata l’erogazione, causata da un propulsore troppo aggressivo ai bassi regimi. In questa fase di prove gli ingegneri di Iwata penseranno solo alla parte meccanica. “L’erogazione riguarda la meccanica, certo l’elettronica è accoppiata, ma non ci lavoriamo in questo momento“, ha spiegato Luca Cadalora, Rider Performance Analyst di Valentino Rossi. Vietato sbagliare sin da queste primissime fasi 2019, per fornire una moto competitiva al Dottore che ha dimostrato in più occasioni di essere ancora in forma smagliante e sempre pronto a giocarsi il podio. “Una gara sull’asciutto come in Malesia dove era assolutamente più veloce… qua sul bagnato parte 16esimo e fa una rimonta del genere… la dice lunga sul suo stato di forma – ha aggiunto il ‘caoch’ -. Ha fatto qualcosa di straordinario, purtroppo è successo quello che è successo. Se noi siamo lì e ci diamo una mossa ci farà divertire un bel po’.”

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy