MotoGP, Losail: le scelte Michelin per il Gran Premio del Qatar

MotoGP, Losail: le scelte Michelin per il Gran Premio del Qatar

La compagnia francese è pronta ad affrontare la sua terza annata come fornitore unico per la categoria regina del Motomondiale. Tre mescole da asciutto per il Qatar, con la struttura asimmetrica al posteriore, ma non mancano anche le gomme da pioggia.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Siamo entrati nella settimana che porta al primo Gran Premio della stagione 2018 del Motomondiale, di scena al Losail International Circuit, in Qatar. Si tratterà della terza annata per Michelin, dal 2016 rientrato in MotoGP come fornitore unico di gomme ed impegnato quindi una volta di più a studiare le migliori soluzioni per garantire ai piloti la maggiore stabilità in sella e regalando quindi lo spettacolo visto in questi ultimi due anni.

Losail è un tracciato con una superficie particolarmente abrasiva, causata dalla sabbia che circonda una pista così particolare e situata in mezzo al deserto. Questo aspetto provoca anche differenze rilevanti per quanto riguarda le temperature, un argomento da tenere da conto soprattutto quest’anno con il cambio di orari e che è stato studiato a fondo nel corso dei tre giorni di test realizzati prima dell’inizio della stagione. Una novità riguarda il fatto che Dorna è già al corrente di tutte le mescole a disposizione delle squadre per ogni singola gara nel corso dell’intera annata, un’informazione che permette quindi a team e piloti di prepararsi in anticipo.

Per quanto riguarda il Gran Premio del Qatar, Michelin fornirà, in caso di pista asciutta, gomme morbide (contraddistinte da una banda bianca laterale), medie (senza nessun colore) e dure (banda gialla) sia all’anteriore che al posteriore, con queste ultime che presenteranno una struttura asimmetrica per affrontare al meglio le 10 curve a destra. Non è esclusa poi l’eventualità che piova, un aspetto testato nel corso delle ultime prove ufficiali con la pista bagnata artificialmente: in questo caso i piloti avranno a disposizione mescole morbida (banda blu) e media (senza banda), con una struttura sempre asimmetrica al posteriore, una caratteristica che contraddistinguerà questo tipo di gomme da bagnato per tutta la stagione.

“Abbiamo disputato tre giorni di test importanti prima dell’inizio della stagione” ha dichiarato Piero Taramasso, Manager Michelin Motorsport Two-Wheel. “A Sepang abbiamo provato due nuove gomme anteriori che sono piaciute ai piloti, tanto che verranno usate nel corso della stagione. Siamo anche contenti dei risultati ottenuti in Thailandia, anche se torneremo nella stagione dei monsoni e la situazione sarà diversa. Nel frattempo Dorna ha tutte le informazioni riguardanti le gomme che verranno utilizzate nel corso dell’intera stagione: in questo modo team e piloti potranno programmare al meglio e con largo anticipo ogni sessione. Come sempre, la sicurezza e la performance sono aspetti chiave per Michelin e, se ci saranno cambi da effettuare a causa per esempio del tempo, consulteremo prima tutte le parti.”

“Per quanto riguarda la prima gara, la superficie del tracciato di Losail è molto abrasiva ed abbiamo portato una serie di gomme che possa rispondere al meglio in queste condizioni. Abbiamo raccolto molte informazioni nel corso dei tre giorni di test e sappiamo cosa aspettarci soprattutto dal cambio tra giorno e notte, quindi crediamo di aver scelto le gomme giuste per gestire ogni tipo di situazione. L’asfalto chiaramente avrà un maggior livello di grip, visto che ci saranno anche Moto3 e Moto2. Non vediamo l’ora di cominciare e ci aspettiamo un inizio di stagione davvero promettente.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy