MotoGP: Lorenzo la rabbia non passa, Marquez “Lo rifarei”

MotoGP: Lorenzo la rabbia non passa, Marquez “Lo rifarei”

Jorge Lorenzo arriva in Thailandia con le stampelle e la partecipazione alla gara resta in dubbio. Dopo le dure parole del pilota Ducati Marquez ribatte: “Lo rifarei”.

di Luigi Ciamburro
Marc Marquez

La telefonata tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo all’indomani dell’incidente di Aragon sembrava aver messo fine alla diatriba tra i due futuri compagni di squadra. Ma il maiorchino non ha dimenticato l’episodio alla partenza, costretto a presentarsi nel paddock thailandese con le stampelle e il rischio di dover rinunciare a gareggiare dopo la prima sessione di prove libere del venerdì. Al piede destro ha riportato una contusione all’alluce e la frattura del secondo dito, dovrà fare ricorso ad uno stivale più largo del solito e a una buona dose di antidolorifici per non perdere il primo Gran Premio al Chang International Circuit. (Qui i parlati della conferenza stampa ufficiale)

L’incidente era “evitabile”, secondo il pilota della Ducati, e Marquez si è comportato da “irresponsabile” e “imprudente” per aver tentato una simile mossa alla partenza. “Di sicuro, qualunque cosa io dica ora creerà polemiche“, ha detto Jorge Lorenzo riflettendo sull’incidente. “E credo che ora dobbiamo parlare della Thailandia, non di quello che è successo due settimane fa… Quello che pensavo a caldo dopo la gara, lo penso esattamente allo stesso modo a freddo. Penso che il mio incidente era evitabile, non ho terminato la gara e non sono al 100% a causa dell’azione di Marc, che a mio avviso è stato irresponsabile e imprudente. Penso che lo sappia… Mi ha chiamato per sapere il mio stato di salute, ho apprezzato, ma per me non cambia nulla“.

Nella ricostruzione dell’incidente al MotorLand l’ex Yamaha ribadisce la frenata tardiva del pilota HRC e il modo azzardato in cui è entrato in curva: “Ho provato a fermare la moto il più possibile per non andare fuori pista, ho usato troppo il freno posteriore e mi sono schiantato. Questo è il passato, è successo, ora dobbiamo guardare al futuro e, nella situazione difficile attuale, cercherò di ottenere il massimo risultato, riuscire a correre domenica”. La speranza è che altri piloti non si ritrovino nella sua medesima situazione e che certe manovre vengano prese maggiormente in considerazione dalla Race Direction, che ha assunto un atteggiamento di indifferenza sull’accaduto, classificandolo come normale incidente di gara.

Marc Marquez nel giovedì thailandese taglia corto sull’incidente con Jorge Lorenzo, ha chiesto scusa e questo secondo lui è sufficiente per archiviare il caso. “Abbiamo diversi punti di vista, l’ho chiamato, soprattutto per conoscere le sue condizioni fisiche, perché sei sempre interessato ai rivali e al futuro compagno di squadra. Poi ognuno ha il suo punto di vista”. Il leader del campionato non ritiene di aver commesso errori e si dice pronto a ripetere il medesimo gesto: “Non ho fatto niente di sbagliato, lo farei di nuovo identico… Sono il primo a pensare che sulla pista siano tutti rivali, non ci sono amici, ma fuori dalla pista devi sempre avere una certa relazione cordiale“.

MotoGP Thailandia: Le dichiarazioni in conferenza stampa 

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy