MotoGP, Lin Jarvis: “Nessun contatto con Aspar. Petronas? Non c’è un piano solido”

MotoGP, Lin Jarvis: “Nessun contatto con Aspar. Petronas? Non c’è un piano solido”

Lin Jarvis, Managing Director Yamaha, chiarisce l’argomento team satellite. In attesa di garanzie da Marc VDS, sembra esclusa l’opzione Aspar-Petronas.

di Luigi Ciamburro
Lin Jarvis

Yamaha è con l’acqua alla gola sin dalle prime battute stagionali. Valentino Rossi e Maverick Vinales reclamano interventi tecnici urgenti per potersi rimettere in corsa per il titolo iridato, consapevoli che il 2° posto del pesarese non rispecchia la reale condizione di salute della M1. Ma i vertici di Iwata restano col fiato sospeso in attesa di sapere chi sarà e se ci sarà un team satellite dopo l’addio improvviso di Tech3 che ha preferito seguire il progetto KTM.

Fino a qualche settimana fa il team belga Marc VDS sembrava in procinto di ufficializzare l’alleanza con Movistar Yamaha dopo aver respinto le avance di Suzuki. Ma la crisi societaria ha rimescolato le carte in tavola fino a rendere dubbia la presenza della squadra satellite in classe regina nel 2019. “Aspettiamo. Non riesco a descrivere meglio la situazione. Dopo la decisione della Tech3 di lasciare la Yamaha alla fine del 2018, abbiamo parlato con squadre diverse”, ha spiegato Lin Jarvis a Speedweek.com. “Marc VDS era il candidato più promettente per noi. Un team di alta qualità con forti piloti a bordo.  Ma poi, tra Jerez e Le Mans, c’è stato un tracollo su questo piano. L’intera situazione è cambiata, ci sono state incertezze, la continuità per i piani futuri di Marc VDS non era più garantita“.

La questione giuridica con Michael Bartholemy sembra chiarita, ma sembra non basti per gettare fondamenta sicure. Si intensificano le voci di un ingresso di un “big sponsor” come Petronas, anche se tutto resta ancora molto vago. “Tutti abbiamo sentito voci e nomi di potenziali sponsor che potrebbero cambiare il gioco e aumentare i soldi“, ha aggiunto il Managing Director di Yamaha. “Finora non c’è un piano solido. Il nostro punto di vista: prima di parlare di piloti, abbiamo bisogno di una squadra, deve avere un alto livello di qualità ed essere ben finanziata. Altrimenti non c’è modo per noi di essere coinvolti. Quando questa squadra diventa realtà, quando l’organizzazione sarà fatta e le finanze garantite, possiamo raggiungere un accordo. Solo allora possiamo parlare di piloti”.

Yamaha ha già stretto una partnership commerciale con Petronas dal 2008 al 2010, ma a distanza di anni sono cambiati gli interlocutori. Al momento non pare esserci una trattativa con il team Aspar, ma Dorna sta cercando una soluzione plausibile per Marc VDS: “Non siamo stati contattati da Aspar Martinez. Dorna cerca di trovare una soluzione alla situazione MarcVDS. Sono sicuro che Carmelo sta cercando la migliore soluzione per tutti i soggetti coinvolti“, ha concluso Lin Jarvis. E sul colosso malese precisa: “Vuole sponsorizzare un team factory o un team clienti? Questo è ciò che Petronas deve decidere”. Una domanda che la dice lunga su come la situazione del team satellite sia ancora in alto mare.

SBK Misano: i biglietti e le offerte disponibili

Le basi della cura della nostra moto da cross

MXGP LOMBARDIA Qui i biglietti scontati

MXGP Videopass: prezzi e offerte disponibili

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy