MotoGP: le soluzioni Michelin per il GP d’Austria

MotoGP: le soluzioni Michelin per il GP d’Austria

Pneumatico posteriore asimmetrico per la Michelin, scelta dovuta alle caratteristiche del Red Bull Ring di Spielberg.

3 commenti

La lunga pausa estiva è ormai al capolinea ed anche Michelin è pronta a tornare in azione per il nono appuntamento di questa stagione 2016, precisamente sul Red Bull Ring in Austria, tracciato sul quale si torna a correre dopo un’assenza che durava dal 1997. Il NeroGiardini Motorrad Grand Prix von Österreich quindi avrà luogo sulla pista di Spielberg in Stiria, a circa 200 km dalla capitale austriaca Vienna: un circuito veloce, di 4318 metri con tre curve a sinistra e sette a destra, da percorrere in senso orario per 28 giri.

Per ovviare al problema di un asfalto particolarmente abrasivo e permettere ai piloti di adattarsi nel migliore dei modi al layout di questo circuito inusuale, Michelin porterà tre tipi diversi di gomme anteriori: ci saranno le mescole soft (identificabile dalla banda bianca), media (senza banda) e hard (banda gialla). Per la posteriore invece, la scelta sarà tra media (senza banda) e hard (banda gialla), entrambe asimmetriche con una spalla destra più dura, viste le molte curve a destra. Per completare la gamma, Michelin porterà anche le gomme intermedie e da pioggia in caso il tempo dovesse peggiorare, come già visto nei precedenti appuntamenti.

Il Red Bull Ring è un’esperienza completamente nuova non solo per Michelin, ma per tutto il paddock“, ha dichiarato Piero Taramasso, Manager della divisione Two-Wheel Motorsport di Michelin. “L’unico pilota con esperienza in un GP è Valentino Rossi, ma correva in una categoria minore e da allora il tracciato è cambiato totalmente. C’è stato un test recentemente ed abbiamo imparato molto, quindi pensiamo di sapere come lavoreranno le gomme.

Michelin al lavoro per il GP d'Austria
Michelin al lavoro per il GP d’Austria

È un layout interessante, con sole due curve a sinistra e sette a destra, ed abbiamo portato gomme utili per questo disegno inusuale. Speriamo di non avere problemi col tempo come nelle ultime due gare, ma in ogni caso saremo pronti. Sono sicuro che i fan austriaci riempiranno le gradinate per il primo Gran Premio negli ultimi vent’anni“.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. davidef_884 - 12 mesi fa

    saranno le stesse gomme usate nei recenti test?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 12 mesi fa

      Salve, no. Nei test le Ducati sono andate forte ma evidentemente ci sono stati problemi alla distanza. Per cui porteranno materiale diverso. Ecco perchè Tardozzi ha già messo le mani avanti: “I risultati dei test non contano, bisognerà vedere che gomme avremo”. Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. davidef_884 - 12 mesi fa

        grazie per il puntuale aggiornamento. speriamo che la gara non sia troppo condizionata da fattori di gomma

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy