MotoGP: KTM fa un passo avanti. Pol Espargaro chiede la RC16 2019

MotoGP: KTM fa un passo avanti. Pol Espargaro chiede la RC16 2019

KTM registra un altro passo avanti dopo il GP di Catalunya. Nel test di oggi molti aggiornamenti da provare, Pol Espargaro freme per avere la moto 2019.

di Luigi Ciamburro
Pol Espargaro

Pol Espargaró chiude ancora una volta all’undicesimo posto in Catalunya e si conferma un punto fermo nello scacchiere KTM. Dall’inizio stagione ha sempre concluso in zona punti, tranne in Qatar dove è stato fermato per un problema di elettronica. Al Montmelò ancora una volta la casa austriaca fa registrare un passo avanti, con lo spagnolo 20 secondi più veloce rispetto all’anno scorso, pur non essendo completamente soddisfatto delle sue possibilità. Con 28 punti, Pol è 13° in classifica, alle spalle di Alex Rins e di Dani Pedrosa (qui cronaca e classifica del GP)

In Catalunya ha sofferto sin dal venerdì il feeling con le gomme: “Tutto quello che potevamo fare oggi era solo finire… Non potevo frenare quando volevo perché la gomma anteriore non lo permetteva… Per tutti la gomma posteriore è stato il problema“. Nei cambi di direzione la RC16 soffre ancora, ma la moto 2019 è già uno step avanti e si lavorerà per tutto l’anno, sia con il tester Mika Kallio, che con i piloti ufficiali non appena saranno pronti i prototipi. Già nel test di oggi ci saranno nuove componenti da provare: “Vorrei utilizzare il nuovo pacchetto in una delle prossime gare. Poi dovremmo avvicinarci alla vetta e arrivare dove vogliamo essere. Lavoriamo per andare avanti nella top ten“, ha confessato Pol Espargaro. “Sappiamo al cento per cento che la moto di Mika è molto più forte. Non so perché Mika non raggiunge i risultati che dovrebbe raggiungere. Non vedo davvero l’ora di saltare su questa moto e mostrare cosa possiamo fare”.

La RC16 con specifiche 2019 dovrebbe esordire in vista del GP d’Austria in estate, a meno che i programmi non vengano cambiati nei prossimi giorni. Oggi nella giornata di test si potrà lavorare su molti aggiornamenti. KTM è un cantiere aperto: “Abbiamo una lista completa di cose da testare e sapevamo che qui, e al Mugello, sarebbe stato difficile per noi, dove abbiamo sofferto anche nel nostro primo anno – ha ammesso il team manager Mike Leitner -. Stiamo ancora soffrendo, ma ci stiamo avvicinando e dobbiamo lavorare per essere ancora più veloci nella nostra terza stagione”.

MES Experience a Franciacorta: tutte le info utili

SBK Misano: i biglietti e le offerte disponibili

MXGP Videopass: prezzi e offerte disponibili

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy