MotoGP, Jorge Lorenzo: “La sfida Ducati è più difficile di quanto pensassi”

MotoGP, Jorge Lorenzo: “La sfida Ducati è più difficile di quanto pensassi”

Lo spagnolo è carico: “Per questo sto lavorando come mai ho fatto prima”. Il favorito? “Il campione in carica”.

di andrè cazeneuve/paddock-gp.com
DOHA, QATAR - MARCH 03: Jorge Lorenzo of Spain and Ducati Team looks on in box during the Moto GP Testing - Qatar at Losail Circuit on March 3, 2018 in Doha, Qatar. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

La partenza del Motomondiale si avvicina e l’attesa per il GP del Qatar che aprirà le danze sta per finire.  Per Jorge Lorenzo la sfida è partita da tempo: allenamento più fisico, una dieta curata nei minimi dettagli e una preparazione mentale ai limiti del perfezionismo:  Va detto che quest’anno, Por Fuera si gioca tanto: sono in ballo la sua reputazione e la sua carriera.

RED MISSION – Approdare in Ducati è stata per lui una missione rischiosa, non contano i successi precedenti ottenuti con la Yamaha. Negli anni scorsi c’è stato un caso Rossi e adesso c’è un caso Lorenzo: entrambi hanno smesso di vincere una volta lasciata la M1 per la Desmosedici. Per Lorenzo  la situazione sembra comunque più seria. A differenza del Dottore, il maiorchino ha un compagno di squadra che vince con la stessa moto.  Ma alcuni diranno che prima di Rossi, un certo Stoner era riuscito a portare la moto rossa al trionfo. Tuttavia Rossi e Stoner  non si sono mai  affrontati direttamente, nella stessa stessa stagione e con la stessa moto.  Invece a Lorenzo  è successo: per tutto il 2017 è stato l’ombra di Andrea Dovizioso. Una situazione complicata che rischia di ripetersi, a giudicare da com’è andato il precampionato. Dovi non ha fatto record sensazionali, ma appare molto sicuro di sè. Una sicurezza che invece a Lorenzo manca.

DUCATI VINCENTE – Lorenzo, cinque volte campione del Mondo, ha dichiarato al quotidiano spagnolo Marca  “Sono assolutamente ossessionato dal desiderio di vincere con la Ducati. Perché la moto può vincere. Dovizioso l’ha dimostrato la scorsa stagione e durante i test invernali. Ducati è una sfida molto difficile, probabilmente più difficile di quanto pensassi ed è per questo io lavoro come un entusiasmo dieci volte maggiore a quello che ci ho sempre messo. Sto imparando a conoscere i miei limiti. Mi scopro incessantemente.

MODESTIA – Un’introspezione che porta Lorenzo ad essere modesto quando parla di come andrà la MotoGP 2018. “Il favorito quest’anno? Il campione in carica. Dà tutto e si merita tutto quello che sta ottenendo. Dovizioso è fra i candidati al titolo, capisce molto bene la Ducati. Zarco è molto forte. Valentino non può mai essere escluso mentre Viñales può risorgere in qualsiasi momento. Io? Spero di essere uno della lista...”

Ci vediamo questo week end. Giova ricordare che Lorenzo tantomeno Dovizioso hanno ancora chiarito il loro futuro dopo il 2018…

Leggi qui l’articolo originale su paddock-gp.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy