MotoGP: Jorge Lorenzo “In Yamaha stanno vivendo un dramma”

MotoGP: Jorge Lorenzo “In Yamaha stanno vivendo un dramma”

Il vincitore del GP d’Austria parla del momento difficile che sta attraverdo il team con cui ha gareggiato dal 2008 al 2016

di Redazione Corsedimoto
SPIELBERG, AUSTRIA - AUGUST 09: Jorge Lorenzo of Spain and Ducati Team looks on during the press conference pre-event during the MotoGp of Austria - Previews at Red Bull Ring on August 9, 2018 in Spielberg, Austria. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

A margine del trionfo di Zeltweg, il terzo con la Ducati, Jorge Lorenzo ha fatto un accenno al difficile momento attraversato dalla Yamaha, la marca con la quale ha gareggiato dal 2008 (suo debutto in top class) fino al 2016. Lorenzo ha conquistato 44 GP con la Yamaha che adesso è a digiuno da ben 20 GP, cioè da Assen 2017.

JORGE DIXIT – “Non posso dire cosa succede in Yamaha e non voglio pensarci troppo perché prima devo prendermi cura di me stesso” riporta l’on line francese Paddock-GP.  “Ma guardando dall’esterno, è davvero strano vedere ad esempio che Johann  Zarco è  così spesso davanti ai piloti ufficiali. Io credo che Valentino Rossi sia molto forte, la situazione è più  complicata per Maverick Vinales. Nel 2016 abbiamo avuto un vantaggio sulla Honda che non era dal punto di vista dell’elettronica. Da quel momento gli avversari hanno fatto progressi, ma non la Yamaha. Secondo Rossi, lo sviluppo è fermo da un anno. La Honda ha progredito molto nel motore, una zona in cui la Ducati ha sempre eccelso. Abbiamo fatto un lavoro migliore. “

IMPRESSIONE – “Non so dire quanto gli sto mancando” continua Lorenzo “ma quello che ricordo è di essere sempre stato a mio agio sulla Yamaha dal mio debutto cnel 2008. Ho migliorato il mio stile in ogni stagione, come la mia velocità e la mia consistenza. Ho capito perfettamente ogni pezzo del puzzle e ho potuto correre ad un alto livello. Adesso sono lontani dalla Honda ma anche dalla Ducati. Gli manca qualcosa. I tecnici Yamaha hanno sempre avuto un enorme rispetto per i loro piloti, per cui l’attuale situazione di difficoltà  è una tragedia per loro “

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy