MotoGP, Jorge Lorenzo: “Il Mondiale? Nulla è impossibile”

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Il Mondiale? Nulla è impossibile”

Jorge Lorenzo risponde alle domande dei fan. A una settimana dal GP di Silverstone, a tre mesi dall’addio alla Ducati, non perde fiducia nella corsa al titolo

di Luigi Ciamburro
Jorge Lorenzo

Ha magicamente trovato il feeling con la Ducati Desmosedici nel week-end del Mugello e da allora Jorge Lorenzo ha ripreso a martellare quasi come ai tempi della Yamaha. 8 gare da Silverstone a Valencia, 71 punti di gap dalla testa del Mondiale detenuta dal suo prossimo compagno di team Marc Marquez, la speranza che ancora non si spegne.

DUCATI MON AMOUR – Ha ripreso fiducia dopo aver risolto in parte i problemi della GP18 riscontrati nei test invernali, sia a livello di telaio, sia di scelte aerodinamiche ed ergonomiche. La nuova sella di cui tanto si è parlato è solo la punta dell’iceberg delle innovazioni apportate da Borgo Panigale, molto simile a quella della sua amata Yamaha M1, che gli consente di affaticare meno le braccia. Ducati e Jorge Lorenzo vivranno per sempre con il rimorso di non aver trovato un’intesa che permettesse di proseguire fino al 2020. I tempi del mercato piloti hanno giocato a loro sfavore costringendoli a scelte un po’ troppo affrettate, complice anche la riduzione del budget a disposizione del team dopo l’addio del big sponsor TIM. Il dado è tratto, non resta che togliersi le ultime soddisfazioni entro la fine del campionato, lasciandosi poi con una stretta di mano sincera e un arrivederci, perchè i ritorni di fiamma sono sempre possibili (Valentino Rossi docet).

L’INTERVISTA SOCIAL – Il pilota di Maiorca ha risposto ad alcune domande dei suoi fan sui social ad una settimana dal GP di Silverstone. Si dice certo che con la configurazione attuale della moto avrebbe potuto essere nelle zone alte di classifica a contendersi il titolo iridato gara dopo gara. A chi gli chiede se avesse mai immaginato di poter sorpassare in modo brutale come sta facendo risponde: “Io credo sempre in me. A volte il successo è solo ad un passo dall’abbandono”. Inevitabile una domanda sul suo storico rivale: pensi che la grandezza di Valentino Rossi in MotoGP renda difficile per gli altri piloti essere riconosciuti e apprezzati? “No, Rossi deve la sua popolarità al fatto che è speciale. Ma sempre più persone apprezzano e seguono altri piloti“. Cosa ha imparato in queste due stagioni circa in Ducati? “A utilizzare il freno posteriore e sfruttare la stabilità in frenata”. E a chi gli chiede se crede ancora nella lotta al titolo mondiale risponde lapidariamente: “Nulla è impossibile”.

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy