MotoGP Jorge Lorenzo: “Iannone andava espulso”

MotoGP Jorge Lorenzo: “Iannone andava espulso”

Il campione del Mondo atterrato infuriato con il pilota Ducati. “Non si scusa e non impara”

Commenta per primo!
Il grave errore di Andrea Iannone con atterramento di Jorge Lorenzo rischia di segnare il GP Catalogna ancor più del fantastico successo di Valentino Rossi. Il campione del Mondo ha aspettato fino al tardo pomeriggio per rilasciare dichiarazioni ma ore dopo il botto la rabbia non era affatto sbollita.
“La cosa più fastidiosa è che  Andrea non è nemmeno venuto a chiedermi scusa, neanche a sapere come stavo. Per fortuna non ho rimediato alcun infortunio all’anca o alla clavicola. L’anca mi fa male, ma fortunatamente non ho nulla di rotto. Iannone ha sempre questo comportamento, non è mai colpa sua, è sempre sfortuna o colpa di altri piloti. Avete visto tutti quello che è successo. Non ha avuto il coraggio o la coscienza di dire che aveva sbagliato e chiedermi scusa ed era il minimo che poteva fare”.
Parole durissime. Ma Jorge ha rincarato la dose commentando la penalità comminata dalla Race Direction, la retrocessione in fondo allo schieramento nel prossimo GP Olanda (26 giugno).
“È anche troppo poco quello che gli hanno inflitto. Nel calcio alla seconda che combini ti buttano fuori, qui prima dell’espulsione devi commettere 4 scorrettezze. Il problema è che lui non impara dai suoi errori”.
Andrea Iannone ha dato la sua versione dei fatti. “Non ho potuto fare niente per evitarlo, io ho frenato nello stesso punto di tutti i giri precedenti ma lui era molto lento in quel momento e purtroppo l’ho toccato e siamo caduti entrambi. Può sembrare che io sia arrivato molto più forte e che volessi  provare a superarlo ma non è andata cosi e analizzando i dati della telemetria abbiamo avuto la conferma”.
 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy