MotoGP Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso svelano il Ducati Team 2017

MotoGP Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso svelano il Ducati Team 2017

Presentazione dei nuovi colori Ducati Team per la MotoGP 2017: missione mondiale con Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso.

Ducati mostra la sua veste per il 2017: all’Auditorium di Borgo Panigale la squadra italiana ha realizzato la sua presentazione davanti ad una folta platea. Dopo aver svolto le dichiarazioni di rito, Andrea Dovizioso ed il nuovo acquisto Jorge Lorenzo hanno poi mostrato i colori della nuova Desmosedici GP con cui entrambi correranno in questa nuova stagione.

Il primo a prendere la parola sul palco è Claudio Domenicali, CEO di Ducati Motor, il cui primo pensiero, trovandosi in centro Italia, è per le persone che in questi giorni sono state colpite da terremoti e catastrofi naturali. Dopo un riassunto sulla situazione sia economica che sportiva della squadra, ha sottolineato i miglioramenti raggiunti dal “compromesso tra l’arte italiana e la mente tedesca“, introducendo poi il General Manager di Ducati Corse, Luigi Dall’Igna.

C’è ancora molto lavoro da fare“, ha dichiarato Dall’Igna, “alcuni problemi devono ancora essere risolti, ma la squadra ora funziona decisamente meglio. Dalla prossima settimana inizieremo coi test, quindi continuerà il lavoro di sviluppo e miglioramento della D16. Quest’anno ci saranno Lorenzo, un pluricampione del mondo, e Dovizioso, che ha lavorato duramente assieme a noi in questi anni. Voglio ringraziare tutte le persone che lavorano in Ducati per i loro sforzi, e tutti i fan, per il loro costante ed incondizionato supporto“.

La parola poi passa a Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo Ducati Corse: “C’è molta emozione quest’anno, con due nuovi piloti, ma dobbiamo anche imparare dagli errori commessi in passato“. Dopo un dovuto ringraziamento agli sponsor, ha così continuato: “Jorge ha grande esperienza e talento, ha molta motivazione in questa sfida ma è molto umile, e penso andrà d’accordo con Dovi. Andrea ha iniziato con noi nel 2013, al mio primo anno in Ducati, e ha lavorato tanto cogliendo il successo a Sepang. Sappiamo ora di avere un team forte e di poter lottare sempre per il podio. È stato importante anche il ritorno di Stoner: è un gran talento e ci ha dato tantissime indicazioni nel corso dei suoi test“.

Abbiamo ottenuti due vittorie nel 2016, risultati davvero incoraggianti“, ha aggiunto Davide Tardozzi, MotoGP Team Manager, “ma contiamo di fare ancora meglio quest’anno con Jorge e Andrea. Entrambi si sono impegnati da subito per quanto riguarda lo sviluppo della moto, sarà una bella stagione. Sia Jorge che Andrea sono molto determinati: vorremmo tornare a lottare per il titolo il più presto possibile e questo sarà il nostro obiettivo nel 2017“.

Parla poi Michele Pirro, tester Ducati: “Da cinque anni faccio parte di questa famiglia, conosciamo gli sforzi fatti per ottenere i risultati dell’anno scorso ed ora ci sarà anche Jorge. Ho avuto la possibilità di disputare qualche gara in MotoGP ed è stato veramente entusiasmante notare il supporto della squadra. Abbiamo già testato la nuova moto, ma lo sviluppo continua e non vediamo l’ora di cominciare i primi test in vista della stagione“.

Jorge Lorenzo con i colori ufficiali Ducati
Jorge Lorenzo con i colori ufficiali Ducati

A questo punto ecco apparire le due Ducati assieme ai piloti: è una Desmosedici meno rossa e con una maggiore prevalenza del bianco quella che compare davanti al pubblico, oltre a tutti i loghi degli sponsor della squadra. Il primo pilota a parlare è Andrea Dovizioso, che ricorda anche la vittoria ottenuta a Sepang nel 2016: “Si è trattato di un momento emozionante, così come lo è il quinto anno con Ducati, nonché decimo in MotoGP“. Pensiero poi ai primi test, con un nuovo compagno di squadra: “Le prime sensazioni sono positive, ma sappiamo di dover lavorare per mantenerci vicini agli altri. Sono contento di dividere il box con Jorge, è un vincitore e sarà una bella sfida“.

La parola poi a Jorge Lorenzo, che vivrà la sua prima stagione in rosso: “Sono più nervoso adesso che durante le gare! Non mi aspettavo di trovare così tanto supporto come ho già sentito in questi giorni. Ho avuto impressioni molto positive dalla D16 dell’anno scorso, è stato un bel cambio e la moto è incredibile. È sempre difficile ripetere i successi ottenuti quando cambi moto: serve metodo e duro lavoro, ma solo così possiamo pensare al podio. Sono contento di far parte di questa famiglia: voglio ringraziare tutti per l’affetto ed i post sui social, farò del mio meglio per trasmettervi grandi emozioni“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy