MotoGP: Jonas Folger al lavoro sulla Yamaha “L’elettronica è la priorità”

MotoGP: Jonas Folger al lavoro sulla Yamaha “L’elettronica è la priorità”

Jonas Folger ha esordito come collaudatore Yamaha nei test di Valencia. A Jerez non ci sarà, ma confessa: “Devo occuparmi prima dell’elettronica”.

di Luigi Ciamburro
Jonas Folger

Dal test di Valencia Jonas Folger  ha il compito di aiutare la Yamaha nello sviluppo della M1 2019. Il suo esordio nelle vesti di collaudatore si è concluso con un incidente nella seconda giornata, fortunatamente senza conseguenze per il pilota tedesco, ma con la moto che è andata semidistrutta.

Jonas è felicissimo di poter tornare in MotoGP dopo il forfait annunciato l’anno scorso per motivi di salute. L’obiettivo personale è di poter rientrare gradualmente nella classe regina, magari da pilota titolare, l’obiettivo di Iwata è sfruttare le sue competenze in sella alla M1 per trovare una soluzione all’usura della gomma posteriore nella seconda parte di gara. La caduta  è servita per familiarizzare con il limite, ma c’è soddisfazione per il lavoro svolto con diverse mappature elettroniche che dovrebbero garantire una erogazione del gas più fluida. Il primo test è servito soprattutto al pilota più che al team, per riprendere confidenza con la YZR-M1 e con un’elettronica differente da quella a cui era abituato in Tech3: “Prima devo occuparmi dell’elettronica e adattarmi ad essa. Solo allora possiamo lavorare sul set-up, aggiustare le cose e così via“, ha spiegato in un’intervista a Speedweek.com.

Non ha ancora testato le due nuove specifiche di motore, né lo farà a Jerez la prossima settimana, dove non è previsto un suo impiego. Di certo sarà in pista a Sepang agli inizi di febbraio, poi in Qatar prima dell’inizio di stagione, lavorerà nei test 2019 a Misano, al Mugello e forse ad Aragon. Il sogno è di poter effettuare almeno una wild card, magari al Sachsenring, davanti al pubblico di casa, dove un anno fa ha conquistato uno storico podio in sella alla M1. “Sono ancora in fase di guarigione… Non ancora al 110% come ai vecchi tempi… Il passo indietro in MotoGP mi fa sicuramente bene. Ecco perché lo faccio. Anche perché mi diverto“.

Scommetti con Johnnybet

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy