MotoGP: Joan Mir “Dovrò fare tanti chilometri sulla Suzuki”

MotoGP: Joan Mir “Dovrò fare tanti chilometri sulla Suzuki”

In arrivo dalla Moto2 lo spagnolo sta cercando di capire come tenere testa ai 280 cavalli della top class

di Charlotte Guerdoux/paddock-gp.com
Joan Mir test Jerez MotoGP

Joan Mir sta prendendo contatto con la Suzuki e la MotoGP. Dopo il battesimo di Valencia, l’apprendistato è continuato a Jerez dove lo spagnolo ex Moto2 ha dato una mano allo sviluppo, affidato in larga parte al caposquadra Alex Rins e al tester Sylvain Guintoli, ma soprattutto accumulato chilometri ed esperienza. Il primo giorno Mir è incappato in una rovinosa caduta, ad alta velocità, ma poi ha ripreso confidenza chiudendo 15° nella classifica combinata, a circa un secondo dal vertice.

Jerez è  stato un impegno molto intenso, anch’io ho provato motore e telaio nuovi, perchè i tecnici hanno bisogno di più pareri per rimettersi al lavoro in Giappone” ha spiegato Joan Mir. “Non ho guardato mai il cronometro, mi interessava di più farmi un’idea sul carattere del motore. Penso di aver dato utili indicazioni. Mi sento come se avessi progredito in ogni sessione. Ho ancora bisogno di guidare tanto per abituarmi alla MotoGP ma sta andando bene.

Leggi qui l’articolo originale su Paddock-GP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy