MotoGP, Jerez: Marc Marquez “Costanza cruciale, Dovi gran rivale”

MotoGP, Jerez: Marc Marquez “Costanza cruciale, Dovi gran rivale”

Il campione del mondo è pronto ad affrontare la tappa di casa conscio del fatto che Dovizioso è il primo da tenere d’occhio. Pedrosa invece spera di avere meno dolore al polso infortunato.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Il Repsol Honda Team riparte dalla prima tappa europea della stagione, di scena a Jerez de la Frontera, un appuntamento di casa per entrambi i suoi piloti, che hanno completato una giornata di test privati su questo tracciato lo scorso 26 marzo. Una giornata utile per il duo spagnolo, che ha avuto un assaggio della nuova superficie della pista, completamente riasfaltata rispetto al 2017. Da segnalare anche la durata della gara, ridotta da 27 giri a 25.

Marc Marquez, grazie al dominio imposto ad Austin, è secondo in classifica iridata, ad appena un punto dal leader Dovizioso, e sulla pista andalusa vanta una sola vittoria, oltre a sei podi e tre pole position. Dani Pedrosa, reduce da un infortunio al polso destro, ha ottenuto risultato importanti a Jerez: la vittoria nel 2017, la terza in MotoGP, oltre a significare 16 anni di continui successi per il catalano, è avvenuta nel Gran Premio numero 3000 nella storia del Motomondiale, oltre ad essere la vittoria numero 100 per il Repsol Honda Team.

Marc Marquez
“Arriviamo in Spagna dopo un gran risultato in Texas, ma ora comincia la fase europea e vedremo il vero livello di ogni pilota. I circuiti sono generalmente diversi e più ‘tradizionali’, a partire da Jerez, che è più stretto, più lento e più complesso di tracciati come Austin. Abbiamo realizzato una buona giornata di test a marzo e arriveremo al fine settimana con la giusta mentalità, ma sarà anche bello correre davanti ai tifosi di casa. Dobbiamo concentrarci sulla costanza, un punto cruciale per la lotta al titolo, e penso che Dovi sia un grande rivale, esattamente come l’anno scorso.

Dani Pedrosa
“Non vedo l’ora di arrivare a Jerez, finalmente siamo in Europa. Ho avuto una settimana in più per continuare la riabilitazione al polso e spero che questo mi aiuti. Per me è stato importante conquistare dei punti ad Austin, ma una volta di più cercheremo di fare ancora meglio. Spero di avere meno dolore alla mano venerdì, e mi auguro di avere maggiore forza, in modo da guidare nelle migliori condizioni possibili. Il tracciato mi piace molto ed è bello essere circondati dai proprio fan.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy