MotoGP, Jerez: Jorge Lorenzo, ancora non ci siamo “Ma possiamo farcela”

MotoGP, Jerez: Jorge Lorenzo, ancora non ci siamo “Ma possiamo farcela”

Lo spagnolo settimo a mezzo secondo dalla vetta e di nuovo dietro ad Andrea Dovizioso

di Redazione Corsedimoto
Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo, è la gara della verità. Sulla pista di Jerez dov’è andato a podio otto volte su dieci, anche con la Ducati un anno fa, tanti si aspettano che il maiorchino risorga. Altri prevedono una nuova domenica nera. Ai margini della pista ribollono il mercato piloti 2019 e la polemica con Carlo Pernat, manager e opinionista che nei giorni ha dichiarato che Lorenzo si sarebbe offerto a Suzuki.  Il pilota  ha smentito seccamente sulla TV spagnola: “Ormai è il pagliaccio dei giornalisti“. I nervi sono a fior di pelle. (Qui cronaca e tempi del venerdi)

Abbiamo fatto molte prove e trovato delle soluzioni valide” assicura Jorge Lorenzo, 7° tempo in 1’39″076. “Alcuni degli aggiornamenti che abbiamo portato qui a Jerez sono stati positivi, ma ci sono delle curve in cui faccio ancora troppa fatica a far girare la moto e perdo qualche decimo. Non sono completamente soddisfatto perchè avrei voluto chiudere la giornata tra i primi cinque, ma nel giro buono ho avuto un piccolo problema al cambio e non sono riuscito ad abbassare il mio tempo. Alla fine non ha piovuto e spero che anche sabato il tempo si mantenga bello per poter continuare a lavorare come oggi, perché credo che abbiamo dei buoni margini di miglioramento.”

ANDREA DOVIZIOSO – Il vice iridato se la passa meglio, in pista e fuori. Al mattino era stato il più veloce, poi ha migliorato la prestazione ma è sceso al sesto posto con 1’39″068, poco meglio di Lorenzo.  “E’ stata una prima giornata positiva, in cui abbiamo confermato i riscontri del test di novembre e, anche se le temperature erano diverse, sono riuscito a stabilire un buon feeling con la mia Desmosedici GP. Nel pomeriggio abbiamo provato delle altre cose ma non siamo riusciti a migliorare e quando ho montato la gomma nuova non mi sono trovato bene sulla seconda moto. Tutto sommato però siamo partiti con una buona base, anche se non è ancora sufficiente e quindi sabato  dovremo migliorare.”

MotoGP Jerez, cronaca e tempi del venerdi 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy