MotoGP Jerez: Aprilia un venerdi nero, le RS-GP oltre il 15° posto

MotoGP Jerez: Aprilia un venerdi nero, le RS-GP oltre il 15° posto

Giornata da dimenticare per Scott Redding (15° tempo) e Aleix Espargaro (19°). L’entusiasmo della vigilia è già spento

di Redazione Corsedimoto
Aleix Espargaro

Aprilia, è stato un venerdi nero. Alla vigilia Aleix Espargaro aveva parlato di crescita tecnica e podio nel mirino. A fine giornata però la classifica sembra un bollettino di guerra: Scott Redding solo 15° nella combinata, Aleix Espargaro addirittura 19°. I due piloti Aprilia sono stati tra i pochi a non migliorare nella FP2: quando tutti aumentano il ritmo, Scott e Aleix tirano il freno. Servirà un sabato da leoni per rimettere il GP di Spagna in carreggiata.

Nelle FP1 mi ero trovato molto bene, sono stato uno tra i pochi a non cambiare le gomme per tutta la sessione riuscendo comunque a segnare un buon passo” spiega Aleix Espargaro. “Durante le FP2 qualcosa nel settaggio del traction control non andava bene, ho anche rischiato di cadere e questo ha pregiudicato la sessione. Dobbiamo ancora analizzare bene il problema ma molto probabilmente dovremo intervenire sulla elettronica, mentre dal punto di vista del setup sono piuttosto contento della RS-GP su questo tracciato. Il nuovo asfalto è molto migliore, c’è più grip praticamente dovunque”.

SCOTT REDDING ha detto: “Al mattino eravamo partiti bene, purtroppo nelle FP2 abbiamo avuto qualche piccolo problema sulla moto che ci ha impedito di migliorare quanto avremmo voluto. Ci mancano alcune informazioni sulle varie gomme disponibili, perché non abbiamo utilizzato tutta la sessione. Sono uno dei pochi che si è trovato subito bene con la gomma morbida anteriore, ed è strano, sabato  dovremo lavorare anche su questo per confermare le informazioni raccolte oggi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy