MotoGP Jerez Aprilia nel limbo Aleix Espargaro scatta in 4° fila

MotoGP Jerez Aprilia nel limbo Aleix Espargaro scatta in 4° fila

MotoGP Jerez Aprilia nel limbo Aleix Espargaro scatta in quarta fila e spera nel gran caldo

Commenta per primo!

L’ultima giornata di prove prima del GP di Jerez ha visto i piloti Aprilia al lavoro sulle RS-GP, in preparazione di una gara che si annuncia piuttosto serrata. Le due sessioni di libere sono state infatti caratterizzate da distacchi estremamente contenuti. A titolo di esempio, nelle FP4 Aleix Espargaró in dodicesima posizione ha pagato soltanto poco più di sei decimi alla migliore prestazione.

Le temperature in forte rialzo, e la conseguente diminuzione del grip in pista, saranno la chiave di lettura dei 27 giri di domani. Condizioni che, fino ad ora, hanno esaltato le caratteristiche della RS-GP. Proprio per questo i piloti dell’Aprilia Racing Team Gresini guardano con fiducia al primo Gran Premio europeo della MotoGP 2017. Aleix Espargaró ha superato con un gran giro la selettiva Q1, dovendosi poi arrendere ad una scivolata nella Q2. Domani scatterà dalla quarta fila, con un buon passo e l’ulteriore motivazione del pubblico di casa. Sorride anche Sam Lowes, rallentato nella Q1 da un piccolo contrattempo tecnico ma capace di girare nelle FP4 con un ritmo decisamente costante. Il pilota britannico ha portato al debutto una carena dalla nuova aerodinamica, soluzione che dovrebbe confermare anche in gara.

Al momento abbiamo un buon ritmo, specialmente con temperature più alte e scarse condizioni di grip” ha commentato Aleix Espargaro. “In queste situazioni solitamente soffriamo meno degli altri. Dobbiamo comunque migliorare la stabilità all’anteriore, sono troppo vicino al limite in frenata e in gara non possiamo rischiare ad ogni giro. Durante le Q2 non avevo più gomme anteriori nuove, avendole usate per passare la Q1, e mi sono accorto subito che con la posteriore nuova sarebbe stato difficile. Io do sempre il massimo perché punto sempre al migliore risultato, purtroppo sono scivolato mentre stavo spingendo”.

Continua il difficile apprendistato di Sam Lowes in MotoGP. “All’inizio della Q1 siamo stati rallentati da un piccolo problema alla pompa della benzina: ciò non mi ha consentito di effettuare un secondo run, nel quale avrei potuto migliorarmi. In questo fine settimana infatti mi sto sentendo a mio agio con la moto e sto compiendo dei buoni passi in avanti. Sono ottimista in vista della gara, anche perché nelle FP4 ho mantenuto un ritmo molto costante, tale da potermi inserire nella lotta con i piloti di fronte a me; l’obiettivo è perciò provare a raccogliere i miei primi punti. Oggi ho utilizzato per la prima volta la nuova carenatura deportante e la userò anche in gara: mi aiuta ad avere più stabilità in uscita di curva”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy