MotoGP In Aragona il 9° vincitore nelle ultime 9 gare?

MotoGP In Aragona il 9° vincitore nelle ultime 9 gare?

Quattordicesimo round della MotoGP 2016, ci sarà il nono differente vincitore nelle ultime 9 gare? E Brad Binder conquisterà il titolo Moto3 in anticipo?

A poco meno di due settimane dalla doppia tappa iridata a Silverstone ed a Misano, il Motomondiale si prepara a tornare in azione al MotorLand Aragón, teatro dell’appuntamento numero quattordici di questa intensa stagione 2016.

IL CIRCUITO – Conosciuto anche come Ciudad del Motor de Aragón, il tracciato spagnolo, situato ad Alcañiz, in Aragona (località che dal 1963 al 2003 ha ospitato corse stradali), è stato progettato dall’architetto tedesco Hermann Tilke ed inaugurato nel 2009. Le prime gare che ospita sono quelle del campionato World Series by Renault, mentre nel 2010 ospita una tappa del Motomondiale in sostituzione di quella ungherese, cancellata perché il tracciato non era stato completato e omologato: da allora è un appuntamento fisso del calendario, la quarta tappa spagnola assieme a Jerez de la Frontera, Barcellona e Valencia. Il circuito misura 5077 metri, con un rettilineo di poco meno di un chilometro e 17 curve in totale, 10 a sinistra e 7 a destra, oltre ad un misto di punti ciechi, tornanti stretti e curve in discesa, un layout molto apprezzato dai piloti.

MOTOGP: 9° VINCITORE IN 9 GARE? – Per quanto riguarda la categoria regina del Motomondiale, sono tanti i piloti che si sono alternati sul gradino più alto del podio: a partire dal Mugello infatti abbiamo ben otto vincitori diversi, nello specifico Lorenzo in Italia, a cui hanno fatto seguito Rossi (Barcellona), Miller (Assen), Marquez (Sachsenring), Iannone (Spielberg), Crutchlow (Brno), Viñales (Silverstone) e Pedrosa (Misano). Mentre in classifica iridata Marquez si mantiene saldamente al comando con 43 punti di vantaggio su Rossi e 61 su Lorenzo, sono aperte le scommesse per quanto riguarda il nome del prossimo vincitore, viste le condizioni meteo, le gomme Michelin e la nuova elettronica che hanno portato a situazioni decisamente più imprevedibili in gara.

MOTO2: ZARCO VS RINS – Nella categoria intermedia la lotta per il titolo iridato sembrava quasi chiusa, con il campione in carica Johann Zarco stabilmente in testa alla classifica, invece la situazione è decisamente cambiata: sono solo tre ora i punti che separano il francese da Alex Rins, vice-campione del mondo in carica e desideroso come il collega di esordire in MotoGP con la corona iridata, la prima per lo spagnolo. Aspettiamoci quindi un finale di stagione scoppiettante, con i due sfidanti che faranno di tutto per ottenere l’ambito titolo, a partire già da questo venerdì quando si tornerà in azione con le prime prove libere.

MOTO3: BINDER CAMPIONE AD ARAGON? – Nella categoria minore del Motomondiale solo la matematica tiene viva la lotta iridata, che di per sé ormai è chiusa: il pilota del team Red Bull KTM Ajo Brad Binder, grazie anche al doppio zero di Jorge Navarro nelle ultime due gare, ha portato il suo vantaggio su Enea Bastianini, ora secondo davanti allo spagnolo, a 106 punti e davvero non ha più rivali. Ormai è solo questione di gare per il sudafricano, che già ad Aragón potrebbe coronarsi campione del mondo. Rimane decisamente aperta invece la battaglia per il vicecampionato: Bastianini, Navarro, Bulega, Bagnaia, Mir e Di Giannantonio sono racchiusi in appena 25 punti e di sicuro questi piloti faranno di tutto per rendersi protagonisti già da questo weekend.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy