MotoGP: Il Gran Premio di Spagna sarà un omaggio ad Ángel Nieto

MotoGP: Il Gran Premio di Spagna sarà un omaggio ad Ángel Nieto

Nel corso della prossima settimana assisteremo ad una serie di eventi volti a ricordare Ángel Nieto: il circuito di Jerez prenderà il suo nome e ci sarà una sua scultura posta all’entrata.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Nel corso del Gran Premio di Spagna, di scena la prossima settimana sul tracciato di Jerez de la Frontera, ci sarà ampio spazio per ricordare Ángel Nieto, ex pilota nonché un punto di riferimento per il movimento motociclistico iberico, scomparso l’anno scorso in seguito ad un incidente stradale. In questi giorni è stato presentato un programma di eventi da svolgere tra il 30 aprile ed il 6 maggio, tra i quali anche il cambio di nome del tracciato andaluso, che diventerà Circuito de Jerez-Ángel Nieto.

La presentazione si è svolta in questi giorni ed il sindaco Mamen Sánchez ha definito “storico e pieno di novità” il programma che in questo periodo vedrà il circuito di Jerez come punto di riferimento per la cittadinanza e per il motociclismo. Si comincerà a fine aprile con eventi organizzati da alcuni Moto Club, ai quali si aggiungono esposizioni, mercati ed una Gran Carovana lungo la città andalusa assieme ai tanti appassionati accorsi.

Il tre maggio invece ci saranno gli eventi istituzionali. Alle ore 12.00 il nome verrà definitivamente cambiato e la pista, grazie ad un accordo raggiunto tra il Governo ed il Consiglio Locale, diventerà ufficialmente Circuito de Jerez-Ángel Nieto. Mezz’ora dopo verrà mostrata all’ingresso principale la scultura in omaggio al 12+1 volte campione del mondo, realizzata dallo scultore Agustín Estudillo. Questa rappresentazione però ci sarà anche sul trofeo che a partire da quest’anno verrà consegnato ai tre piloti presenti sul podio, oltre ai nominati per ricevere i Premios del Motor Ciudad de Jerez, introdotti da quest’anno.

La prima edizione vedrà l’assegnazione di tre premi e due riconoscimenti: i primi tre verranno assegnati a Valentino Rossi (per il suo percorso sportivo), a Carmelo Ezpeleta (la personalità più in vista) e alla memoria di Paco Pacheco, il cittadino andaluso che più di tutti ha svolto attività in favore del mondo dei motori. I due riconoscimenti invece andranno alla famiglia Nieto e a Renault, per il suo aiuto fornito al Circuito di Jerez.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy