MotoGP Francia Le soluzioni Michelin Nuovo asfalto e incognita meteo

MotoGP Francia Le soluzioni Michelin Nuovo asfalto e incognita meteo

MotoGP Francia Le soluzioni Michelin Nuovo asfalto e incognita meteo Il fornitore unico porta tre soluzioni anteriori e tre posteriori asimmetriche

Si giunge ad una tappa importante per Michelin: questo weekend il Motomondiale sarà di scena a Le Mans, storico circuito nonché appuntamento di casa per la compagnia francese, che recentemente ha realizzato un test per provare il nuovo asfalto e lavorare quindi sulla migliore mescola da fornire ai piloti MotoGP. Parliamo di una pista che, stando agli ultimi dati raccolti, non dovrebbe rovinare troppo le gomme, ma che è soggetta a repentini cambiamenti per quanto riguarda il meteo. 

Queste quindi le scelte del fornitore francese, a partire dalle gomme da asciutto: tre le mescole messe a disposizione dei piloti sia per l’anteriore che per il posteriore, vale a dire morbida (identificabile dalla banda bianca), media (senza banda) e dura (banda gialla). Anche se la nuova superficie non sembra aver mostrato un particolare degrado delle gomme nel corso dei test, Michelin ha optato per una struttura asimmetrica per la dura anteriore e per tutte le mescole posteriori, che presenteranno una spalla destra più dura per sopportare al meglio le nove curve in questa direzione. In caso di pioggia, saranno disponibili due mescole, vale a dire la morbida (che presenta una banda blu) e la media (senza nessuna banda). 

Per noi si tratta di un weekend molto importante” ha dichiarato Piero Taramasso, Manager di Michelin Motorsport Two-Wheel, “è il Gran Premio di casa e le aspettative sono alte. I francesi saranno sicuramente tutti con noi, quindi dovremo ottenere le migliori performance possibili in pista. Abbiamo realizzato un buon test qui all’inizio del mese per provare la nuova superficie e raccogliere più informazioni possibili per capire quale mescola utilizzare. Il nuovo asfalto mostra un buon grip in condizioni di asciutto, ma abbiamo notato anche che c’è aderenza anche sul bagnato, come abbiamo visto dopo la pioggia mattutina: è stata una prova importante, visto che il meteo è particolarmente variabile a Le Mans.”  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy