MotoGP: Conferenza Stampa Silverstone, le parole dei piloti

MotoGP: Conferenza Stampa Silverstone, le parole dei piloti

Cos’hanno detto Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Cal Crutchlow, Hector Barbera ed Eugene Laverty in conferenza stampa MotoGP a Silverstone.

Si apre ufficialmente il Gran Premio del Regno, di scena questo weekend sul tracciato di Silverstone, con la conferenza stampa inaugurale. Hanno partecipato all’evento il leader iridato Marc Marquez, Valentino Rossi, il campione del mondo in carica Jorge Lorenzo, Hector Barbera, Cal Crutchlow ed Eugene Laverty. Ecco ciò che hanno dichiarato i piloti davanti alla stampa.

Si comincia con Marc Marquez, terzo nella scorsa gara ed ancora stabilmente al comando della classifica iridata. “Spero ci sia il sole anche domenica!“, ha esordito il campione catalano, riferendosi al tempo imprevedibile di Silverstone. “Qui mi sono sempre trovato bene sull’asciutto, ma se piove dobbiamo fare del nostro meglio come già successo a Brno. Sappiamo che questo è un tracciato difficile, quindi dobbiamo cominciare bene già da domani. La cosa importante è che mi sento bene con la moto, mi sento competitivo, quindi dobbiamo dare il massimo in questa parte della stagione, la più importante. Dobbiamo mantenere alto il livello, come fatto fino ad ora“. Per quanto riguarda la giornata di test a Brno, “ci siamo concentrati su alcuni possibili miglioramenti, non solo per le prossime gare ma anche per l’anno prossimo“.

Si passa poi a Valentino Rossi, secondo ora in classifica piloti grazie al secondo posto ottenuto a Brno: “Questo tracciato per me è sempre uno dei più difficili della stagione. Non ho partecipato al GP nel 2010 per l’infortunio al Mugello, poi ci sono stati problemi con Ducati, ma anche in seguito non mi sono mai trovato bene. L’anno scorso ho vinto, ma sotto la pioggia: in un certo senso mi è andata bene perché Marc e Jorge erano più veloci di me. Dobbiamo lavorare per essere forti in tutte le condizioni. Negli anni scorsi mi sentivo competitivo con la pioggia, ma quasi tutti preferiscono l’asciutto, anche perché è più divertente. Dovremo rimanere concentrati e lavorare bene per poter lottare per il podio. I test sono stati positivi“, ha poi concluso il Dottore, parlando della giornata di prove successiva al GP di Brno, “avevo un buon ritmo. Abbiamo testato qualche nuovo dettaglio, ma dobbiamo vedere domani se tutto funziona“.

Jorge Lorenzo è deciso a dimenticare la gara vissuta in Repubblica Ceca, chiusa in ultima posizione per problemi con le gomme: “Dal 2010 mi sono sempre trovato bene, ho ottenuto anche due vittorie. È un tracciato che si adatta bene sia a Yamaha che al mio stile di guida, vediamo se quest’anno con le nuove gomme e la nuova elettronica riusciamo ad essere ancora competitivi. Siamo stati sfortunati a Brno: sull’asciutto eravamo tra i più veloci, ma con la pioggia c’è stato qualche problema in più, soprattutto con le gomme. Dobbiamo lavorare per migliorare la confidenza con l’anteriore, soprattutto in condizioni di bagnato“.

Tocca poi a Hector Barbera, reduce da un ottimo quinto posto a Brno: “Questa è decisamente la mia stagione migliore in MotoGP ed il primo anno in cui la nostra moto è simile a quella del team ufficiale. Ho un buon feeling con il team e nelle ultime tre gare siamo andati bene sia in qualifica che in gara, spero di continuare a migliorare“. Per quanto riguarda poi le condizioni meteo, “Con la pioggia sembra che le moto private si adattino meglio, spero ci siano condizioni simili a Brno per cercare di ottenere di nuovo un buon risultato. Mi sento più competitivo però anche sull’asciutto, gara dopo gara ho sempre maggior confidenza e nella mia testa mi sento più veloce“.

Cal Crutchlow ancora assapora la gioia della vittoria ottenuta poco meno di due settimane fa, la prima in carriera in MotoGP, la prima anche per il suo team LCR Honda: “Sono tornato alla realtà solo a casa, quando cambiavo i pannolini alla bambina! [risate] È stato bello passare qualche giorno a casa con mia moglie e mia figlia, ma ora tocca il Gran Premio di casa, davanti ai miei tifosi. Non sono un grande fan di questo tracciato, ma è sempre un appuntamento speciale e speriamo di andare bene anche qui. Per quanto mi riguarda preferirei che non piovesse, ma in ogni caso daremo il massimo per ottenere un buon risultato davanti ai fan”. Rispondendo poi ad una domanda, il pilota inglese chiude con una battuta: “Tutti dicono che rallenti quando hai un figlio, ma io in realtà mi sento più veloce che mai!

Si conclude il giro di domande con Eugene Laverty, che ha chiuso il weekend ceco con una bella sesta posizione finale. “Ho vissuto un periodo difficile e la decisione non è stata facile“, esordisce il pilota irlandese parlando del suo ritorno in Superbike a partire dalla prossima stagione, “Mi sono davvero piaciuti questi due anni in MotoGP e voglio ringraziare tutto il team, che è stato molto gentile con me. La stagione non è iniziata nel migliore dei modi, ma dopo la pausa estiva ho un buon feeling con la moto. È stato bello chiudere la gara di Brno a pochi secondi dietro ai top rider“. Tocca ora al GP di Gran Bretagna: “Silverstone è uno dei miei tracciati preferiti: non sono mai contento di Donington e mi fa piacere tornare a correre qui. La moto in questo momento è competitiva e speriamo di ottenere di nuovo un buon risultato“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy