MotoGP: Conferenza Stampa al Mugello, le parole dei piloti

MotoGP: Conferenza Stampa al Mugello, le parole dei piloti

Jorge Lorenzo, Marc Marquez, Valentino Rossi, Maverick Vinales, Andrea Iannone, Dani Pedrosa e Danilo Petrucci: la trascrizione completa della Conferenza Stampa al Mugello.

Si apre ufficialmente il Gran Premio d’Italia, in programma questo weekend sul tracciato toscano del Mugello, con la conferenza stampa inaugurale del giovedì. Hanno preso parte all’evento il nuovo leader iridato Jorge Lorenzo, Marc Marquez, Valentino Rossi, Maverick Vinales, Andrea Iannone (questi ultimi due freschi di annunci per quanto riguarda il 2017, con lo spagnolo in Yamaha e l’italiano in Suzuki) e Danilo Petrucci, a cui si è aggiunto all’ultimo Dani Pedrosa, che in questi giorni ha annunciato il rinnovo con Honda.

Il primo a parlare è Jorge Lorenzo, pronto ad affrontare la sfida italiana: “Il Mugello è il mio tracciato preferito, soprattutto per il layout con curve, chicane e frenate che si adattano al mio stile. Qui ho ottenuto sempre buoni risultati“. Per quanto riguarda il mercato piloti, “ci sono stati molti movimenti in questi giorni. Sono contento di avere un compagno di squadra come Dovizioso, ma non mi dispiaceva nemmeno Iannone, che è molto veloce. Questa è stata la decisione del team, per me non cambia“.

Tocca poi a Marc Marquez, secondo in classifica iridata: “Quello di Le Mans è stato un altro weekend difficile, in cui abbiamo sofferto molto. Domenica avevamo trovato qualche soluzione, ma poi la gara è andata così. Il mio obiettivo qui è sicuramente realizzare una bella gara“. Parlando poi di mercato piloti, “Dani ha firmato, io no! (risata) Ma spero di farlo presto. Mi fa piacere comunque che rimanga, ci sarà lo stesso team e continueremo a lavorare allo stesso modo“. Al contrario di Lorenzo, Marquez si è espresso sulla necessità di un bodyguard per lui e per il connazionale, decisione presa da Dorna per prevenire incidenti con i fan: “Ho parlato con Dorna e ho detto che non ne ho bisogno. Voglio sentirmi normale, c’è un bell’ambiente“.

Si passa poi a Valentino Rossi, uno dei piloti di casa su questo tracciato: “Sarà un weekend speciale per me. Il tracciato è uno dei migliori del Mondiale e c’è una bella atmosfera. Sicuramente dovremo cercare di essere competitivi fin da subito, per poter ottenere un buon piazzamento in qualifica e riuscire a lottare per la vittoria in gara, cosa che a Le Mans non sono stato in grado di fare. Speriamo anche che il tempo migliori, visto che oggi piove“. Per quanto riguarda il futuro compagno di squadra, “Maverick è giovane e forte, quindi avrò un altro compagno di squadra molto competitivo“.

Dani Pedrosa, fresco di rinnovo per altre due stagioni con il team attuale, si presenta con un bel sorriso: “Sono contento per questo annuncio, la mia è una lunga carriera in Honda e sono contento di rimanerci per altri due anni. Stiamo ancora avendo problemi con la moto“, continua poi il catalano, “ma contiamo di migliorare nelle prossime gare“. Questo weekend poi Pedrosa raggiunge quota 250 gare nel Motomondiale: “È un grande risultato per me. Ho realizzato veramente tante gare e sono soddisfatto perché sono ancora qui a lottare con questi ragazzi“.

Si passa poi a Maverick Vinales, che dalla prossima stagione correrà in Yamaha: “Decisione difficile, da considerare aspetti positivi e negativi, ma dopo Le Mans è stato tutto più facile. Sono molto grato a Suzuki perché fin dall’inizio ha creduto in me e assieme abbiamo fatto un bel lavoro. Il nostro obiettivo era podio ed è arrivato a Le Mans, ora riesco ad essere più calmo e concentrato“.

Anche Andrea Iannone è protagonista di un annuncio importante: “Ci sarà un grande cambiamento per me perché per le prossime due stagioni sarò in Suzuki, e ne sono contento perché mi hanno illustrato un bel progetto“. Pensando però al team attuale, “Ducati mi ha appoggiato fin dall’inizio, quindi voglio ringraziarli. Ho vissuto tanti bei momenti con loro, tra i quali il primo podio in MotoGP, ma il futuro sarà diverso. Ora è importante concludere la stagione con buoni risultati: abbiamo un ottimo potenziale quest’anno e darò il massimo in ogni gara“.

Si chiude il giro di domande con Danilo Petrucci, rientrato a Le Mans dopo un serio infortunio di cui ancora risente gli effetti: “Sono contento di essere tornato, era tanto tempo che non guidavo una moto. A Le Mans è andata bene fino a sabato, quando ho sentito di più il dolore alla mano, e devo aggiungere che in gara sono stato fortunato perché tanti piloti sono caduti, altrimenti avrei chiuso fuori dai primi dieci. È stato bello tornare anche perché molte persone nel paddock mi hanno detto che hanno sentito la mia mancanza. Per me è stato lo stesso: mi sono mancati tutti i piloti, i meccanici, ed anche i giornalisti (risate)“. Per quanto riguarda il weekend, “Il mio obiettivo per il momento è finire la gara. La mano a volte fa ancora abbastanza male, ma spero vada sempre meglio“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy