MotoGP Conferenza Stampa a Phillip Island, le parole dei piloti

MotoGP Conferenza Stampa a Phillip Island, le parole dei piloti

I commenti dei piloti MotoGP Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Andrea Dovizioso, Maverick Vinales, Jack Miller, Cal Crutchlow e Nicky Hayden.

1 Commento

La seconda tappa del trittico extra-europeo, in programma a Phillip Island, si apre oggi con l’inaugurale conferenza stampa del giovedì. hanno preso parte all’evento il neo-campione del mondo Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Maverick Vinales, Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow, il pilota di casa Jack Miller e Nicky Hayden, in pista con il team Repsol Honda al posto dell’infortunato Pedrosa.

Si comincia con Marc Marquez, coronatosi campione del mondo a Motegi: “Ora sono decisamente molto più rilassato. Non mi aspettavo di vincere il titolo a Motegi, ma credo non se lo aspettasse nessuno. È andato tutto bene durante il weekend, stanno bene anche i ragazzi nonostante la festa domenica [risata], ma se lo meritavano dopo il difficile lavoro svolto quest’anno. Ora mi divertirò in queste ultime gare. Phillip Island è uno dei miei tracciato preferiti, l’anno scorso abbiamo vinto e speriamo di ripeterci, ma il tempo sembra instabile. Vedremo come va.”

Si passa poi a Jorge Lorenzo, reduce da un weekend difficile in Giappone: “Un vero peccato quello che è successo a Motegi perché potevamo lottare ancora per il podio, ma ad un certo punto ho spinto un po’ di più e sono caduto. Phillip Island in condizioni perfette è davvero un tracciato fantastico, ma se ci sono freddo e vento è difficile ed a tratti pericoloso. Speriamo il tempo sia buono e di avere un buon feeling in sella.” Parlano poi del neo-campione del mondo, “Marc è riuscito a gestire una Honda non perfetta, ha fatto pochi errori ed è stato costante. Possiamo solo applaudirlo.”

Maverick Vinales è pronto alla sfida di Phillip Island dopo il podio ottenuto a Motegi: “Mi piace molto questa pista e siamo stati sempre veloce qui, ma dobbiamo tenere d’occhio il tempo perché sembra che per domani ci sia pioggia. In ogni caso, dopo la bella gara in Giappone le aspettative sono alte anche per questo weekend. Probabilmente farà freddo, anche se speriamo non eccessivamente perché altrimenti è un problema per le gomme. Il layout si adatta abbastanza al mio stile di guida, speriamo di fare bene.”

Tocca poi ad Andrea Dovizioso, secondo in Giappone e sicuro di poter realizzare un buon weekend in Australia: “Quello di Motegi è stato davvero un bel fine settimana. La partenza non è stata delle migliori ma siamo stati capaci di gestire bene la situazione e di arrivare a giocarmi il podio con Jorge prima che lui cadesse. La gara a Phillip Island l’anno scorso è stata davvero difficile, ma quest’anno la moto è decisamente migliorata e speriamo di ottenere un buon risultato. Anche se il layout non si adatta molto al mio stile di guida, questo è un tracciato stupendo. Come hanno già detto gli altri il tempo sarà un’incognita, ma l’importante è partire bene.”

La parola a Cal Crutchlow: “Non sono fisicamente al massimo ma il team è contento di come vanno le cose. Mi dispiace aver commesso subito uno stupido errore a Motegi e di essere rimasto così tagliato fuori dalla lotta per il podioperché avevamo una buna tattica per fine gara. Speriamo di fare un buon weekend qui. Io personalmente non vorrei che piovesse: il fatto di aver vinto sotto la pioggia porta la gente a pensare che mi piaccia, ma non è così. Speriamo il tempo sia sempre uguale, si riesce ad essere veloci solo con le medesime condizioni che ti permettono di mantenere lo stesso ritmo per tutto il weekend.”

È il turno di Jack Miller, desideroso di rendersi protagonista nel weekend di casa: “Grazie alla vittoria ottenuta ad Assen quest’anno molti si aspettano che vada ancora così bene e che riesca a lottare fin da subito per il successo, ma non è così scontato. Phillip Island è noto per il tempo instabile, con pioggia e vento, situazione che al momento non sarebbe la migliore per noi ma nemmeno per i tanti fan che verranno a vederci. È stata sicuramente una stagione difficile per quanto riguarda gli infortuni, ogni volta che cadevo era un problema. A Motegi ho testato la mia condizione fisica, ora vediamo a Phillip Island.”

Si chiude il giro di domande con Nicky Hayden, come detto in pista con HRC come sostituto di Dani Pedrosa: “La mia idea iniziale era di non correre più Gran Premi qui, ma quando mi hanno chiamato ho pensato subito alla moto ed al mio dream team con cui ho vinto il titolo dieci anni fa e mi sono detto ‘Ok, dall’anno prossimo non corro più qui’. [risata] Le condizioni meteo sono sempre molto difficili, ma Phillip Island è decisamente uno dei tracciato più belli. È stato emozionante entrare nel box e vedere il mio numero sulla moto, per questo voglio ringrazio il mio team in SBK per avermi permesso di sfruttare questa occasione. L’obiettivo è solo dare il massimo e realizzare un buon weekend.” Per quanto riguarda il compagno di box per questo fine settimana, “Marc è stato molto costante, ha svolto un gran lavoro e si è meritato il titolo.”

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dlindlon - 2 mesi fa

    Scusate l’ignoranza ma come mai stavolta in conferenza stampa VR46 non c’era? Fanno il turn over? 😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy