MotoGP: conclusi i Test della KTM RC16 a Valencia

MotoGP: conclusi i Test della KTM RC16 a Valencia

Tra pioggia e sole Mika Kallio e Randy De Puniet hanno portato avanti lo sviluppo della KTM RC 16 in vista della MotoGP 2017.

Dopo Jerez de la Frontera, KTM ha portato a termine una tre-giorni di Test privati al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo finalizzata allo sviluppo della RC16 MotoGP 2017. Le mutevoli condizioni climatiche non hanno certamente favorito il KTM MotoGP Factory Racing Team, presente con i collaudatori ufficiali Mika Kallio (al terzo test con la KTM RC16) e Randy De Puniet, quest’ultimo alla sua seconda presa di contatto con la MotoGP ‘Orange’ caratterizzata dal telaio a traliccio.

La pioggia non ha permesso loro di girare a lungo nel Day 1, con un progressivo miglioramento delle condizioni meteorologiche tra il secondo (sole e cielo coperto) e terzo (forte vento) giorno di attività a Valencia. Nonostante il meteo non sia stato propriamente favorevole, il Test Team KTM è riuscito a ricavare feedback importanti su cui ripartire nei prossimi test in programma.

Desidero complimentarmi con i nostri piloti e tutta la squadra per aver lavorato bene e gestito al meglio il programma di lavoro in questi tre giorni caratterizzati da condizioni meteorologiche non propriamente congeniali“, ha ammesso Mike Leitner, per anni capo-tecnico di Dani Pedrosa in HRC oggi Vice-Presidente Onroad di KTM. “Nonostante tutto questo siamo stati in grado di effettuare molti test, lavorando su differenti direzioni. Mika e Randy ci hanno dato dei feedback similari, questo ci ha permesso di individuare la strada giusta nello sviluppo della moto. Stiamo facendo progressi sull’elettronica e, nel contempo, comprendendo sempre più le specifiche Michelin. Per quanto concerne le performance, posso assicurare che sono stati compiuti dei passi avanti rispetto al precedente test effettuato proprio a Valencia lo scorso mese di novembre“.

Mika Kallio, già pilota KTM in 125cc e 250cc sfiorando diverse volte la conquista del titolo mondiale, ha raccontanto l’andamento dei test. “Abbiamo lavorato sull’avantreno e l’equilibrio generale della moto. Sebbene abbiamo perso più di una giornata di prove per il maltempo, siamo riusciti a completare il programma di lavoro previsto anche per quanto concerne l’elettronica. Sulla moto mi sento sempre più a mio agio e, passo dopo passo, ci stiamo avvicinando sempre più al limite“.

Dopo una prima presa di contatto a Jerez, anche a Valencia Randy De Puniet ha avuto l’opportunità di provare la KTM RC16. “Per me è stato un test molto importante, abbiamo provato diverse novità e sono soddisfatto dei progressi compiuti dalla moto. Ho percorso meno giri rispetto a Mika, ma con l’esperienza maturata in questi test abbiamo raccolto dei dati preziosi per iniziare al meglio le prossime prove in programma“.

Per la KTM RC16 MotoGP prossimo test in programma nel mese di aprile mentre il 14 agosto prossimo, in occasione del Gran Premio d’Austria del Motomondiale al Red Bull Ring di Spielberg, è prevista la presentazione ufficiale del progetto in previsione dell’esordio in qualità di wild card al GP di Valencia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy