MotoGP Catalunya Presentato il poster del GP San Marino Riviera Rimini

MotoGP Catalunya Presentato il poster del GP San Marino Riviera Rimini

MotoGP Catalunya Presentato il poster del GP San Marino Riviera Rimini E’ stato realizzato dalla Drudi Performance Si corre il 10 settembre

Commenta per primo!

I promotori del Gran Premio Tribul Mastercard di San Marino e della Riviera di Rimini hanno presentato oggi a Barcellona il poster e l’immagine coordinata che accompagneranno la promozione del grande evento in programma dall’8 al 10 settembre 2017 nella Motor Valley, a Misano World Circuit.

OSPITI –  La presentazione è avvenuta al Circuito del Montmelò di Barcellona, nell’Hospitality TEAM LCR HONDA di Lucio Cecchinello, da 17 anni protagonista del motomondiale e testimonianza di quanto la Riders’ Land con i suoi attori (il suo team ha sede a San Marino) sia la culla del motociclismo internazionale. Sono intervenuti: Aldo Drudi designer internazionale e titolare della Drudi Performance che ha realizzato tutta l’immagine coordinata e il manifesto 2017 del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini; Stefano Giannini, Sindaco di Misano Adriatico e delegato per la Provincia di Rimini alla MotoGP; Mariano Gennari, Sindaco di Cattolica; Marco Podeschi,Segretario di Stato allo Sport della Repubblica di San Marino; Augusto Michelotti, Segretario di Stato al Turismo della Repubblica di San Marino; Andrea Albani, Managing Director di MWC e Andrea Cicchetti, Coordinatore Gran Premio San Marino e Riviera di Rimini.

DESIGN – A far da cornice alla presentazione anche i campioni della Riders’ Land e non solo: Mattia Pasini, Luca Marini, Stefano Manzi, Andrea Migno, Nicolò Bulega, Niccolò Antonelli, Enea Bastianini, Marco Bezzecchi a cui si sono aggiunti anche Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia. “Per ideare il manifesto 2017 – spiega Aldo Drudi – abbiamo riassunto i contenuti in un segno grafico, che è quello che imperversava in Romagna negli anni d’oro (fra gli anni ‘60 e gli anni ‘80): una texture un po’ optical-fluo, che andava di moda in quegli anni e che è tornata d’attualità adesso. Pur pescando nella storia della Riviera e nella grafica anni ’70, siamo riusciti ad essere comunque adeguati e in linea con i tempi. I colori scelti sono fluo proprio perché già in quegli anni andavano per la maggiore, sia per accessori da balneazione, nei costumi da bagno, ma anche nel motociclismo.  Io iniziai in quegli anni, feci una piccola rivoluzione usando quei colori fluo, tute asimmetriche e fantasie abbastanza ardite per i tempi. Ricordo una tuta di Lucchinelli per la 200 miglia di Daytona: tuta bianca con quattro baffi di colore fluo. Ripescando nel passato siamo in linea con il presente. L’azzurro e il bianco sono i colori nazionali di San Marino, ma allo stesso tempo sono anche lo skyline della Riviera Adriatica. I fluo sono i colori racing per antonomasia: dal giallo di Valentino, al rosso e all’arancio della Repsol, al rosso di Ducati”.

RITORNO –  Ogni euro investito per organizzare e promuovere il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini genera 7,1 euro di indotto sul territorio, per una cifra che quest’anno si avvicinerà ai 65 milioni di euro. E’ il valore economico di un evento di spessore mondiale che a settembre avrà la sua undicesima edizione consecutiva. I numeri, che si sommano ad una visibilità mediatica mondiale, sono stati elaborati da Trademark Italia e Sigma analizzando l’edizione 2015. Il record di pubblico del 2016 è facile immaginare abbia ulteriormente incrementato il valore dell’indotto economico prodotto, che nel 2015 valutato in 62,6 milioni.

RECORD – Il 2016 per la MotoGP a Misano è stato infatti l’anno dei record: oltre 158.000 spettatori, ottavo miglior risultato fra i 18 weekend del motomondiale, posizionato fra Silverstone e Sepang, mentre per quanto riguarda l’afflusso di pubblico la domenica, il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini è fra i quattro nel 2016 ad aver superato le 100.000 presenze.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy