MotoGP, Brno: Aprilia, il dolore rallenta Aleix Espargaro

MotoGP, Brno: Aprilia, il dolore rallenta Aleix Espargaro

Lo spagnolo non ha ancora smaltito la botta del Sachsenring: solo sedicesimo. Più indietro l’altra RS-GP di Scott Redding

di Redazione Corsedimoto
Aleix Espargaro

Aleix Espargaró non ha ancora recuperato l’infortunio riportato al Sachsenring, Il pilota spagnolo dell’Aprilia  ha infatti sofferto di dolore alla schiena e alle costole, non tale da impedirgli di guidare ma certamente penalizzante. Dal punto di vista tecnico, Aleix ha lamentato difficoltà nel mantenere la velocità in percorrenza. Risultato: un sedicesimo tempo che lascia ombre sulle possibilità della marca italiana in questo week end. Qui cronaca e tempi del venerdi.

Sto bene ed è sempre un piacere risalire in moto, ma  ho sentito più dolore di quanto mi aspettassi: nell’ultima settimana mi sono allenato con la bici senza problemi, ma in sella a una MotoGP la situazione cambia” spiega Aleix Espargaro. “Nei cambi di direzione, ogni volta che mi muovo avverto dolore alla schiena e alle costole. Brno è uno dei circuiti più impegnativi dal punto di vista fisico e sto soffrendo, ma cercherò di affrontare questo come un normale weekend di gara, gestendo la situazione e assumendo antidolorifici soprattutto in vista della gara. A parte le mie condizioni fisiche,  non mi sono sentito molto a mio agio con la moto. Continuiamo ad essere rallentati dal sottosterzo, quando rilascio i freni la moto fatica a curvare e questo mi impedisce di mantenere una buona velocità di percorrenza, che è fondamentale qui a Brno con tutte queste curve così ampie e lunghe. Sono comunque convinto che già sbato  potremo migliorare ed essere più competitivi”.

Scott Redding è sconsolatamente ancorato nella parte bassa della classifica: 23° tempo, su 26 piloti scesi in pista. “Al mattino  sia io sia Aleix abbiamo faticato abbastanza con la moto. Nel pomeriggio, con gomma dura davanti e dietro, mi sono sentito meglio fin da subito. Nel finale deve essere successo qualcosa, perché ho perso completamente il feeling con l’anteriore. A livello di setting le modifiche non erano tali da cambiare completamente il comportamento della moto, quindi dobbiamo verificare i dati. In compenso ho fatto la mia migliore prova di partenza della stagione, una piccola soddisfazione in una giornata onestamente complicata”.

MotoGP: La cronaca e i tempi del venerdi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy