MotoGP, Austria: Sul bagnato Scott Redding fa sorridere l’Aprilia

MotoGP, Austria: Sul bagnato Scott Redding fa sorridere l’Aprilia

Il britannico velocissimo nel diluvio, però entrambi i piloti RS-GP sono al momento fuori dalla Q2

di Redazione Corsedimoto
Scott Redding

Il weekend della MotoGP in Austria è iniziato con il piede giusto per i colori Aprilia. Scott Redding ha confermato le sue doti sul bagnato, piazzando il secondo miglior crono nella seconda sessione di prove svoltasi in condizioni di pioggia. Con pista asciutta il pilota britannico ha lamentato una certa difficoltà in frenata, mitigata dalle ultime modifiche alla sua RS-GP ma su cui si concentrerà il lavoro di Scott e dei suoi tecnici.Aleix Espargaró si è mantenuto stabilmente nella top-10 durante le FP1, disputate con pista asciutta e solo una incomprensione con Morbidelli, proprio nelle fasi finali del turno, gli ha impedito di migliorare il suo tempo e guadagnare l’accesso diretto alla Q2, sfuggitogli per meno di un decimo. Qui cronaca e tempi del venerdi

Finalmente ho potuto affrontare un intero turno di prove sotto la pioggia in sella alla Aprilia RS-GP: non mi era mai capitato quest’anno, nemmeno nei test” spiega Scott Redding“Nonostante fosse la prima volta mi sono sentito subito a mio agio: la moto si è mostrata stabile e mi sono divertito a guidarla sul bagnato. Ho inanellato diversi giri per acquisire sempre più confidenza, senza mai rischiare, dopodiché sono rientrato ai box per provare una piccola modifica sulla moto. Una volta rientrato in pista però la pioggia è aumentata ed era diventato pericoloso guidare con così tanta acqua. Riguardo alle FP1 sull’asciutto sono abbastanza contento di com’è andata: fatico però ancora un po’ a fermare la moto in fase di frenata, perciò domattina lavoreremo in particolare su questo aspetto”.

Aleix Espargaro ha detto: “Sull’asciutto siamo partiti con un assetto completamente rivisto. Alla vigilia delle prove ho trascorso molto tempo con Romano Albesiano  e abbiamo deciso di cambiare la RS-GP in maniera importante. Un rischio ma devo dire che fin dai primi giri mi sono sentito molto bene, su una pista che non è certo la nostra preferita. Sono stato veloce, sfiorando la Q2, ed anche nei 20 minuti in cui ho girato sul bagnato le sensazioni sono state positive. Ero un po’ spaventato per la pioggia, viste le molte cadute dello scorso anno in Moto2 e Moto3, ma devo dire che è stato fatto un buon lavoro e la pista era in condizioni più che accettabili”.

Scommetti con Johnnybet

Biglietti e offerte per il GP di Misano

Ricambi moto 4moto.it

Biglietteria per tutti gli eventi motoristici, F1 inclusa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy