MotoGP, Austin: Il ritorno di Andrea Iannone sul podio “Abbiamo superato un periodo difficile”

MotoGP, Austin: Il ritorno di Andrea Iannone sul podio “Abbiamo superato un periodo difficile”

Dopo un lungo digiuno, Andrea Iannone conquista il primo podio con Suzuki. Gara più sfortunata per Alex Rins, caduto mentre stava cercando di recuperare sul gruppo di testa.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Il Team Suzuki Ecstar festeggia il secondo podio stagionale in appena tre gare: dopo il terzo posto di Rins a Termas de Rio Hondo, è la volta di Andrea Iannone, che ritorna in top 3 dopo un digiuno che durava dalla gara di Valencia del 2016, l’ultima con Ducati prima di abbracciare il progetto della casa Hamamatsu. Il pilota di Vasto si è portato immediatamente al comando ed inizialmente è riuscito anche a tenere testa ad un arrembante Marquez, prima di subire il sorpasso sia da lui che da Viñales. Il passo mostrato nel corso dei 20 giri però gli ha permesso comunque di mantenere il terzo posto, un risultato davvero importante dopo tanti dubbi e GP al di sotto delle aspettative. Gara da dimenticare per Alex Rins, in rimonta dopo un errore iniziale ma poi protagonista di una caduta: un momento da brividi, visto che la GSX-RR è rimasta in piena traiettoria, fortunatamente evitata dai piloti che sopraggiungevano prima di essere recuperata dallo spagnolo e dai commissari.

“Sono davvero contento di questo risultato, finalmente ci siamo” ha dichiarato Iannone. “Abbiamo superato un periodo davvero difficile sia per me che per Suzuki, ma ora la situazione è migliorata. La stagione è cominciata bene, ma ho avuto qualche problema in qualifica, soprattutto in Argentina – quando sei lontano è davvero difficile recuperare, superare gli avversari ed impostare un buon ritmo. Nel corso del weekend ho trovato un buon feeling con la moto ed un ottimo bilanciamento in frenata. Avevo qualche problema all’anteriore in queste situazioni ma ora sappiamo in che direzione lavorare e ne sono molto contento. Stiamo ancora cercando di migliorare qualche aspetto, ma nel complesso sono soddisfatto, abbiamo sempre creduto nel nostro potenziale e passo dopo passo siamo sempre più vicini. Ho imparato molto e cercheremo di mantenerci tra i primi.”

“Abbiamo mancato il nostro obiettivo” ha aggiunto Rins, “ho fatto davvero fatica questo weekend. Nel corso della gara ho cercato di mantenere la mente sgombra e di rimanere concentrato: le cose stavano andando bene finché non sono caduto. Ho commesso qualche piccolo errore ma in generale siamo migliorati davvero tanto nel corso del fine settimana, abbiamo raccolto tante informazioni. Andrea poi ha realizzato una gran gara e questo dimostra che la moto funziona bene. Ora dobbiamo solo cancellare tutto e pensare a Jerez. Fin dall’inizio della stagione ho sentito che la moto aveva un grande potenziale e sono sicuro che potremo ottenere tanti buoni risultati quest’anno. L’anno scorso non ho potuto prendere parte alla gara di Jerez per infortunio, ma ora ho più esperienza e cercherò di essere competitivo.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy