MotoGP Austin: Ducati in difesa anche in Texas?

MotoGP Austin: Ducati in difesa anche in Texas?

Asfalto, gomme e un Marquez qui sempre imbattibile: sono tante le incognite per Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo

di Redazione Corsedimoto
RIO HONDO, ARGENTINA - APRIL 08: Andrea Dovizioso of Italy and Ducati Team prepares to start on the grid during the MotoGP race during the MotoGp of Argentina - Race on April 8, 2018 in Rio Hondo, Argentina. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

I due piloti del Ducati Team, Andrea Dovizoso e Jorge Lorenzo, sono determinati ad archiviare in fretta il weekend di Termas de Río Hondo, e in Texas troveranno una pista dove la Ducati negli ultimi anni ha raccolto buoni risultati ma non ha ancora vinto.
Nelle cinque edizioni del GP delle Americhe disputate finora, Dovizioso ha ottenuto come miglior risultato un secondo posto nel 2015, mentre l’anno scorso il pilota italiano ha dovuto accontentarsi del sesto posto. Lorenzo è invece arrivato secondo nel 2016, mentre nel 2017 ha terminato la gara al nono posto. (Qui gli orari in TV)

A Termas siamo riusciti a portare a casa una sesta posizione, un risultato sotto le nostre aspettative ma positivo nell’ottica del campionato, e adesso arriviamo a Austin, che è una pista molto bella ma piuttosto difficile” confida Andrea Dovizioso, 2° nel Mondiale alle spalle di Cal Crutchlow. “Dovremo valutare le condizioni dell’asfalto, perché l’anno scorso era abbastanza sconnesso, e anche le gomme, che possono influenzare molto il weekend. In ogni caso conosciamo bene i nostri punti di forza e sappiamo dove invece dobbiamo ancora migliorare, e sarà importante iniziare a lavorare bene fin dalla prima sessione per prepararci al meglio per la gara.”

Jorge Lorenzo ha commentato:  “Arriviamo in Texas per la terza gara della stagione e sarà un’altra opportunità per continuare a migliorare il mio feeling con la moto. Anche se il Circuit of The Americas è una delle piste dove non ho ancora ottenuto una vittoria e non è il più adatto alle caratteristiche della Ducati, quest’anno ho delle buone sensazioni. Dobbiamo continuare a lavorare sodo e migliorare la nostra velocità e, anche se Austin è una pista particolarmente complicata, tutto può succedere.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy