MotoGP, Argentina: Zarco primo podio stagionale, Syahrin in top ten

MotoGP, Argentina: Zarco primo podio stagionale, Syahrin in top ten

Tech 3 chiude il GP a Termas de Rio Hondo con particolare soddisfazione: Zarco è secondo, mentre Syahrin conquista la top ten alla sua seconda gara in MotoGP.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Monster Yamaha Tech 3 lascia l’Argentina con particolare soddisfazione, visti i risultati raggiunti da entrambi i suoi piloti. Johann Zarco, scattato dalla terza casella in griglia, ha battagliato fin dal primo momento per la zona podio, contesa tra lui, Miller, Rins e Crutchlow: il risultato è stato il primo podio stagionale, un secondo posto, come miglior pilota Yamaha. Prestazione da sottolineare anche per il rookie Hafizh Syahrin: dopo aver recuperato ben otto posizioni con lo scatto iniziale, ha continuato a lottare con piloti ben più esperti, risalendo e tagliando il traguardo in nona piazza, top rookie della gara argentina.

“Una gara abbastanza difficile, soprattutto all’inizio” ha dichiarato Johann Zarco. “La partenza ritardata è stata utile a tutti i piloti, tranne a Jack [Miller], che aveva scelto le slick da subito. Alla partenza non era facile trovare la migliore traiettoria, ma dietro a Dani [Pedrosa] mi sentivo bloccato e ho cercato di superarlo. Le condizioni però erano incerte e ho perso leggermente il controllo della moto, ma era l’unico modo per passarlo e mi dispiace che lui sia caduto. Ho dato il massimo, ma nella battaglia con Cal [Crutchlow] non ho voluto commettere errori, lui ha meritato la vittoria. Sono molto contento di questo secondo posto.”

“Sono davvero felice di questo risultato!” ha aggiunto un sorridente Syahrin, presente anche al parco chiuso per festeggiare il compagno di squadra. “Ho spinto davvero tanto nel corso del weekend e la squadra ha svolto un gran lavoro. Abbiamo solo avuto qualche difficoltà in qualifica per mancanza di grip, ma mi sentivo forte. Per la gara ero molto motivato e sono rimasto sorpreso delle posizioni recuperate nel primo giro. Il ritmo era buono e sono riuscito a seguire agevolmente le Yamaha ufficiali, mentre era più difficile con le Ducati, veloci sul dritto. La nona posizione è un risultato fantastico per me, il feeling con la squadra è ottimo e voglio fare i complimenti a Johann per il podio. Spero di fare un’altra buona gara ad Austin.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy