MotoGP, Argentina: Primo podio per Alex Rins. “Abbiamo esperienza, la giusta mentalità ed una grande moto”

MotoGP, Argentina: Primo podio per Alex Rins. “Abbiamo esperienza, la giusta mentalità ed una grande moto”

In casa Suzuki si festeggia il terzo posto di Alex Rins, grande protagonista nella lotta per il podio. Andrea Iannone chiude in ottava posizione.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Il Gran Premio d’Argentina ha sicuramente offerto momenti imprevedibili e particolare tensione, a cominciare dal ritardo a causa delle condizioni della pista. Questo però non ha condizionato Alex Rins, scattato al meglio e capace fin dai primi concitati momenti in mantenersi nelle prime quattro posizioni. Il pilota spagnolo è stato poi uno dei quattro protagonisti della lotta per il podio, concludendo poi in terza posizione, il suo miglior piazzamento nonché il primo podio nella categoria regina del Motomondiale.

“Sono davvero contento” ha dichiarato a fine gara con un gran sorriso. “Non era facile, prima della partenza ero un po’ nervoso, ma quando siamo partiti mi sono sentito bene in sella. Ho anche superato Miller ad un certo punto, ma poi ho commesso un piccolo errore – la pista era umida fuori traiettoria. Io, la squadra e tutte le persone in Giappone abbiamo svolto un gran lavoro per ottenere una moto competitiva e ce l’abbiamo fatta!” Si andrà poi in Texas: “Si tratta di una delle mie piste preferite, anche se l’anno scorso mi sono rotto il braccio. Quest’anno abbiamo la giusta mentalità, maggiore esperienza ed una moto veloce.”

Gara diversa per Andrea Iannone, che è riuscito a recuperare qualche posizione nei primi giri, perdendo poi terreno col passare del tempo, ma le cadute avvenute davanti a lui gli hanno permesso di concludere in top ten. Punti importanti alla fine di un weekend difficile, condizionato da tanti problemi di setting sul bagnato che non gli avevano permesso di realizzare un buon tempo in qualifica.

“Sono stato uno dei primi a volere il cambio moto dopo il giro di ricognizione, ma tutti mi hanno copiato!” ha scherzato il pilota di Vasto. “La verità è che in pochi minuti le condizioni dell’asfalto sono cambiate molto. In ogni caso non avevo una buona posizione di partenza e questo era deludente perché il ritmo in gara era buono. Spesso però quando ho cercato di superare ho commesso qualche errore e questo ha complicato la situazione. Sono davvero contento per Suzuki e per Alex, salito sul podio per la prima volta. Io e la mia squadra comunque stiamo lavorando bene e cercheremo già in Texas di raggiungere le prime posizioni.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy